l’autore Josh Malerman annuncia il sequel del romanzo –


Il film Bird Box di Netflix è stato uno degli eventi dell’inverno scorso per più motivi, non tutti positivi: da un lato in un raro caso in cui il canale di streaming ha postato il numero di visualizzazioni, abbiamo scoperto che il film con Sandra Bullock è stato visto da più di 45 milioni di spettatori nella prima settimana di arrivo online, dall’altra negli States sono stati registrati casi di gente non proprio sana di mente che si cimentava nella Bird Box Challenge (voi non fatelo mai), ovvero provare ad attraversare la strada con una benda sugli occhi e idiozie simili.

Infine, il governo canadese aveva protestato perché nel film erano state usate immagini di un vero disastro ferroviario avvenuto nel loro paese e Netflix ha accettato di toglierle.

Soprattutto, Bird Box ha dimostrato una volta di più il valore sia di Netflix che di Sandra Bullock, e tutto a partire dal romanzo omonimo di Josh Malerman, uscito in patria nel 2014 e da noi prima nel 2015 da Piemme con il titolo La morte avrà i tuoi occhi, per poi rieditarlo l’anno scorso con il titolo originale e la copertina che riportava il poster del film.

Mentre negli States sta per uscire il suo nuovo romanzo mistery intitolato Inspection, l’autore è stato intervistato da Esquire sul risultato del film e soprattutto per annunciare il sequel del romanzo originale.

Il film


Sì, lei è Alita, senza tutta la computer grafica.
Sì, lei è Alita, senza tutta la computer grafica.

Per l’autore il cuore della storia sono sempre stati Malorie (Sandra Bullock), Girl (Vivien Lyra Blair), Boy (Julian Edwards), Tom (Trevante Rhodes), Gary (Tom Hollander) e Don (non presente nel film). E ovviamente, le bende, il fiume, la casa e le creature.

Ma ritiene anche che tutte le varianti fatte alla storia siano rimaste in sintonia con quello che lui voleva raccontare. 

Malorie




Il sequel del romanzo si intitolerà semplicemente con il nome della sua eroina, Malorie, e sarà ambientato otto anni dopo la fine del romanzo (e più o meno del film). Per Malerman tutto è cominciato l’anno scorso, guardando il film basato sul suo romanzo: si è voltato verso la sua ragazza e ha detto 

Voglio sapere cosa succede dopo!

Svela poi che nel periodo di tempo tra l’uscita del film e l’inizio della scrittura di Malorie molte persone gli chiedevano cosa fosse accaduto a Boy e Girl, ma quella per lui non era mai stata la loro storia, era quella di Malorie, e lui voleva conoscerla meglio.

Ovviamente non risponde alla domanda sulla possibilità che sveli le origini delle creature, dice solo che la storia ripartità dal posto in cui li ha lasciati, cercando di far funzionare le cose, ma che non per questo sarà un paradiso, e che avremo modo di approdondire meglio la protagonista e i mostri.

Malorie è previsto in uscita negli States il primo ottobre e immaginiamo non molto tempo dopo anche da noi, nel frattempo siamo certi che Sandra Bullock e Netflix stiano già trattando per tornare nel mondo di Malorie e scoprire cosa le succederà dopo la fine del film.

Voi che ne pensate, Bird Box si presta a un sequel?


https://www.youchannel.org/feed/

Cerchi un autonoleggio ?

Scegli ora: Autonoleggio Economico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *