«La mia speranza è che il Coni rimanga il comitato olimpico più importante al mondo» –


ROMA – “Voglio ricordare cosa ha fatto il Coni, non dobbiamo avere paura del domani. Una storia di grande successo, che ha onorato il Paese come quasi nessuna altra istituzione, perché noi siamo un’istituzione unica. Anche nel 2018 non avete tradito: mai in un anno olimpico invernale si sono ottenuti risultati cosi importanti, con piazzamenti di successo sul podio e ai piedi del podio”. Lo ha detto il presidente del Coni Giovanni Malagò alla consegna dei Collari d’oro al Foro italico. “La mia speranza è che il Coni rimanga il comitato olimpico più importante del mondo”.

PANCALLI – “Essere qui a ricevere questo tipo di onorificenza assieme al mondo olimpico, per noi del movimento Paralimpico significa esserci conquistati un pezzo di dignità”. Lo dice il presidente del Comitato italiano paralimpico, Luca Pancalli, alla cerimonia di consegna dei Collari d’oro al merito sportivo alla casa delle armi del Foro Italico. “Oggi questi atleti ricevono un premio per tanti ragazzi che in questo momento stanno in un letto di ospedale – ha aggiunto Pancalli – Siamo consapevoli che abbiamo una grande responsabilità pubblica per il Paese perché dobbiamo dare giornalmente risposte. Oggi i nostri atleti ricevono questo collare anche a nome dei tanti che coltivano una speranza”.

GIORGETTI – “Auspico una collaborazione che deve essere, anzi sono sicuro che sarà, armoniosa, perché la riforma credo che alla fine sarà compresa e possa dare dei benefici. Con questo spirito auguro allo sport italiano serene e liete feste natalizie e nuovi risultati per lo sport italiano, per il Coni e il Cip”. È il messaggio del sottosegretario con delega allo sport, Giancarlo Giorgetti, all’intervento alla cerimonia dei Collari d’oro al Foro Italico. “Lo sport può esistere senza la politica, ma la politica serve nel momento in cui riesce a immaginare un rapporto armonioso con le istituzioni sportive – ha aggiunto Giorgetti -. Il nostro obiettivo è far sì che lo sport italiano cresca nella sua base per incrementare i tantissimi successi già ottenuti. Un Coni autonomo, che non deve essere necessariamente il più grande ma deve essere il migliore del mondo”.


https://www.youchannel.org/feed/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *