La maglietta rubata al bimbo-tifoso che fa indignare il Brasile


Quando l’attaccante dell’Atletico Mineiro, Alerrandro, fresco di doppietta nel derby crontro l’America-MG, si tolto la maglietta per lanciarla al piccolo tifoso prima di entrare nel tunnel degli spogliatoi, non poteva certo immaginare che il suo gesto gentile avrebbe scatenato un tale putiferio sugli spalti dello stadio Campeonato Mineiro di Belo Horizonte, Brasile meridionale. Colpa di un adulto maleducato e prepotente che, vedendo la maglietta in volo, non ci ha pensato due volte a fregarla al legittimo destinatario. Che, ovviamente, vedendosi derubato del suo “trofeo”, scoppiato in un pianto disperato, mentre in tribuna si scatenava una vera e propria rissa, con altri tifosi (fra cui pare anche il padre del bambino, visibilmente e comprensibilmente furioso) che tentavano di riprendere la maglietta per restituirla al piccolo.

La deprecabile sceneggiata stata immortalata in un video che Globo Esporte ha poi pubblicato sul proprio profilo Twitter , facendo il pieno di visualizzazioni: ben 1,66 milioni in poche ore, senza contare i retweet. Alla fine del filmato, si vede il bambino in lacrime mentre viene portato via in braccio da quello che presumibilmente il suo pap e la triste immagine ha provocato la reazione risentita degli utenti della rete: la maggioranza ha infatti apostrofato “il ladro di maglietta” in tutti i modi (volgari) possibili, intimandogli di vergognarsi per quanto fatto, mentre altri hanno invocato l’intervento dello stesso Alerrandro, affinch regali al piccolo tifoso un’altra maglietta, questa volta firmata da tutti i giocatori dell’Atletico Mineiro. Alla faccia di quell’adulto insensibile e arrogante.

20 marzo 2019 (modifica il 20 marzo 2019 | 13:15)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *