La Germania rallenta, il governo taglia le stime del Pil 2019 a +1%


«Nei mesi scorsi la dinamica economica ha rallentato, in Europa come su base mondiale» e, anche in Germania, il governo «corregge prudenzialmente le stime di crescita per il 2019 all’1%». Così il ministro dell’Economia Peter Altmaier, sottolineando però che «lo slancio dell’economia continuerà ad andare avanti». Nell’autunno scorso la previsione sul pil era dell’1,8%.

Nel 2018, stando ai dati dell’istituto di Statistica federale pubblicati qualche giorno fa, la Germania ha segnato una chiara frenata nella crescita, calata all’1,5%, dopo il 2,2% nei due anni precedenti. La Germania ha comunque evitato la recessione tecnica. Altmaier ha affermato che, nel 2019, la disoccupazione continuerà a scendere, fino a calare sotto la soglia del 5%. «Abbiamo avuto anni buoni in Germania e questo può andare avanti se si agisce in modo intelligente», ha aggiunto Altmaier, secondo il quale «si può tornare a rafforzare la crescita».

30 gennaio 2019 (modifica il 30 gennaio 2019 | 16:00)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/economia.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *