Juventus, vincere sempre per scacciare i guai: il momento più delicato per Allegri


Il caso Ronaldo, la Curva chiusa per razzismo, l’addio dell’a.d. dei sette scudetti, l’inchiesta di Report che centellina intercettazioni di scarso o nullo valore processuale, ma comunque dannose per l’immagine. Non si pu dire che il comitato d’accoglienza per l’ottavo scudetto bianconero di fila non si sia organizzato per tempo. Ma per Massimiliano Allegri, che evidentemente gode del punto di vista pi privilegiato ovvero quello del campo, il problema principale proprio questo. Dare tutto per scontato: Questo — dice l’allenatore a l quinto anno sulla panchina bianconera — un momento nel quale la troppa positivit abbassa l’energia. Tutti dicono che la Juve vincer tutte le partite fino a giugno, ma il calcio non cos.

Alla faccia della troppa positivit, Allegri ritrova finalmente il campo, dopo una sosta che a Cristiano Ronaldo non mai sembrata cos lunga. Per la prima volta nella sua carriera il portoghese non ha risposto per due convocazioni di fila alla chiamata della sua Nazionale, in accordo con la Federazione e ha dovuto concentrarsi anche sulla strategia difensiva contro il tentativo di riaprire un caso che era gi chiuso. Ronaldo ha mostrato finora sul campo di non aver risentito della vicenda. Non solo col gol di Udine, il pi bello da quando gioca in serie A, ma anche con gli atteggiamenti e l’applicazione mostrati in allenamento.

Del resto una vita che CR7 gestisce pressioni enormi. E ieri ai suoi milioni di seguaci sui social, Cristiano ha voluto mostrare una comune foto in allenamento, ma accanto proprio ad Allegri. Chiss, forse una riprova del fatto che Max, grande domatore di stelle, ha subito trovato la chiave giusta per la stella pi grande che abbia mai avuto a disposizione. Ma come sta Ronaldo, fuori dal campo e sul campo? molto sereno e sta lavorando bene, poi non posso rispondere su cose non mie, perch sono cose personali — dice Max, denotando finalmente un cambio di strategia dopo il disastroso tweet della societ sull’inchiesta che riguarda Cristiano —. Sul campo si inserito molto bene con grande umilt, si messo a disposizione della squadra e ha portato attenzione e ancor pi senso di responsabilit a un gruppo che l’ha sempre avuto. Poi fa gol, che quello che sa fare meglio di tutti, oltre agli assist, che sono gi tanti.

Al volante della fuoriserie portoghese, Allegri vede all’orizzonte il record di vittorie iniziali (10) della Roma di Garcia. Il Genoa del bomber Piatek, l’Empoli e il Cagliari sono gli avversari da battere: il campo davvero il posto pi comodo per questa Juve.

19 ottobre 2018 (modifica il 19 ottobre 2018 | 22:55)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *