Juventus-Sampdoria 2-1, pagelle: Ronaldo quasi umano, Chiellini ovunque; Audero show


Queste le pagelle della Juventus dopo il successo per 2-1 sulla Sampdoria nell’ultima giornata d’andata, 17° successo bianconero su 19 partite:
Perin: 5,5
La Var cancella tutto, ma l’errore nel passaggio di piede da cui nasce l’azione del 2-2 di Saponara, dà un’idea di scarsa concentrazione.

De Sciglio: 6,5
Partenza sprint, si conferma tra i più continui.

Rugani: 5,5
Il fallo su Linetty gli costa una delle rare ammonizioni. Quagliarella ne intacca qualche certezza.

Chiellini: 6,5
Mura Quagliarella e si lancia in attacco: forma strepitosa.

Alex Sandro: 5,5
Non sempre preciso nei passaggi chiave.

Can: 5,5
La fisicità prorompente lo rende un po’ legnoso nello stretto.

Pjanic: 6
Dà segnali dell’antica intermittenza. La sosta gli fa bene.

Matuidi: 6,5
Accelerate pericolose, specie nel secondo tempo: Audero gli para un gran tiro.

Dybala: 6
Sbaglia un paio di occasioni succose, forse perché arriva meno lucido sotto porta. Ma la prestazione è convincente.

Mandzukic: 5,5
Giornata con la spia della benzina accesa.

Ronaldo: 7,5
Altri due gol, un gran tiro deviato sulla traversa, qualche palla persa di troppo che lo rende più umano anche per gli avversari. Si fa per dire.

Bernardeschi: 6
Dà più equilibrio di Mandzukic, ma per tornare in condizione ci vorrà un po’.

Allegri: 6,5
Continua a riscrivere i record, ma non tutto è perfetto, soprattutto nella gestione della gara: segno che ci sono ancora margini di miglioramento. La notizia migliore per il 2019 è questa.

(Ansa)
(Ansa)

Queste invece le pagelle blucerchiate:
Audero: 7
Falsa partenza sul gol di Ronaldo (Sala lo copre). Ma si rifà alla grande: la parata su Matuidi è complicata, quella su Cristiano è spettacolare. Alla Juve, dove sogna di tornare, è cresciuto bene.

Sala: 5,5
Non perde la testa dopo l’1-0 e si toglie lo sfizio di qualche chiusura preziosa.

Colley: 6
Un salvataggio decisivo su CR7 e un discreto controllo.

Ferrari: 6
Quando prendi un’ammonizione per un tentativo di rovesciata vuole dire che non è giornata. E il rigore lo conferma. Però resta lucido.

Murru: 5,5
Timido sulla fascia.

Praet: 6
Ci mette un po’, ma poi accorcia e riparte con continuità.

Ekdal: 6,5
Quando decide di giocare davvero, la Samp cresce a vista d’occhio.

Linetty: 5,5
Troppe difficoltà nel tamponare le falle gli tolgono convinzione.

Ramirez: 5,5
Fisico, tecnica, visione di gioco. Le dimentica nel borsone.

Quagliarella: 6,5
Torna sempre, tiene la squadra corta, segna il rigore, tenta un gol dei suoi. Qualità e quantità.

Caprari: 5
Nei momenti chiave fa sempre un tocco di troppo.

Defrel: 6
Aumenta la pericolosità davanti.

Saponara: 6,5
Il gesto tecnico nel gol annullato resta.

Giampaolo: 6
Consegna inizialmente le fasce alla Juve, poi struttura e qualità, anche della panchina, emergono. I rimpianti per il 2-2 mancato sono comprensibili.

29 dicembre 2018 (modifica il 29 dicembre 2018 | 21:15)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *