Juventus-Empoli 1-0 , pagelle: Kean lo spietato, Chiellini e lo sfizio; Dragowski si salva


Queste le pagelle della Juventus dopo la vittoria per 1-0 contro l’Empoli nell’anticipo della 29ª giornata di serie A:
Szczesny: s.v.
Tocca palla solo nel recupero, di pugno: bella vita.
Cancelo: 6
Per evitare i piccoli problemi del primo tempo, gioca una ripresa tutta di spinta.
Rugani: 6,5
Il più reattivo quando la squadra è sonnolenta: due chiusure decisive.
Chiellini: 6,5
Si toglie lo sfizio del lancio da cui nasce il gol.
Alex Sandro: 5
La crescita di Spinazzola evidentemente non lo riguarda: cincischia. E così rischia il posto.
Emre 6
Can Guida solida, senza grosse accelerazioni.
Bentancur: 5,5
Ha licenza di avanzare, ma quando gioca da trequartista è davvero timido.
Pjanic: 6
Senza Bonucci, la costruzione inizia dalle fondamenta: non sembra divertirsi più di tanto. Bella la palla che manda in porta Kean per il possibile 2-0.
Matuidi: 6
Tanta corsa, poche impennate.
Mandzukic: 6,5
Riapre le sponde al momento giusto, con l’assist di testa per Kean.
Bernardeschi: 6,5
Gioca ovunque, spende molto, gli restano in tasca energie per tirare, ma non per dare la precisione necessaria.
Spinazzola: 6,5
Porta la carica per spingere sulla sinistra. Al momento giusto.
Kean: 7,5
Così giovane e già così spietato: terzo gol in A, ancora una volta al primo tiro tentato.
Allegri: 6,5
Primo tempo al minimo sindacale, con fischi annessi. Poi la scossa Kean riaccende la Juve.

Queste invece le pagelle dei toscani:
Dragowski: 7
Sicuro nelle uscite alte, para bene su Mandzukic nel primo tempo e su Bernardeschi in estensione a inizio ripresa. Una deviazione rende imparabile l’1-0. Ma lui in uscita evita il 2-0.
Veseli: 5
Tutta la partita addosso a Mandzukic, ma basta un attimo per perdersi la sponda decisiva.
Maietta: 5,5
Il gol colpisce la difesa in profondità: lui non riesce ad arrivare sul lancio di Chiellini.
Dell’Orco: 5
La variabile Kean gli rovina tutti i calcoli.
Di Lorenzo: 6
Con l’ingresso di Spinazzola iniziano i problemi.
Traoré: 6

(Getty Images)
(Getty Images)

Classe 2000 come Kean, all’andata fu la sorpresa. Innesca un paio di ripartenze pericolose, poi si rende utile soprattutto in copertura a sinistra.
Bennacer: 6
La doppia fase del primo tempo, si trasforma in fase unica e lui non riesce a trovare lo spunto pericoloso.
Krunic: 5,5
È l’anima di una squadra che se la gioca, ma pesano i due tiri costruiti molto bene, ma gestiti davvero male al momento del dunque.
Pajac: 5,5
Cancelo gli fa passare un brutto secondo tempo.
Caputo: 5
Il dialogo con Farias è roba da film muto, ma non solo per colpa sua.
Farias: 5
Una sola palla davvero buona in area, sprecata per il gusto di un tocco di troppo
Andreazzoli: 6
La struttura regge un’ora. Però tra le squadre in coda è quella che ha l’idea di calcio più propositiva. Non è detto che basti.

30 marzo 2019 (modifica il 30 marzo 2019 | 20:40)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *