Juve-Valencia 1-0, pagelle: Ronaldo assist d’oro, Szczesny para guai


Szczesny: 7
Con il guantone sinistro, e riflessi istantanei, prende il colpo di testa di Diakhaby, evitando guai.

Cancelo: 6,5
All’assalto costante, pure se non sempre preciso, ci abbina un paio di chiusure. Ha l’intuizione dell’azione vincente.

Bonucci: 6
Controlla il traffico aereo senza problemi, si fa vedere anche per un inserimento, ma sul più bello sbaglia l’ultimo passaggio.

Chiellini: 6,5
Non tradisce mai, dal primo all’ultimo minuto.

Alex Sandro: 5,5
Duella con Coquelin, ma quando lo salta spara il cross in curva. Tra cigolii fisici, Allegri lo leva dopo 45’.

Bentancur: 6,5
Solido e cattivo, con cambi di campo telescopici: sempre più giocatore vero.

Pjanic: 6
Primo tempo con il «braccino», senza azzardi, e scegliendo il compagno più vicino. Poi avanza un po’ il raggio.

Matuidi: 5,5
Sembra ancora un po’ boccheggiante.

Dybala: 5,5
Gran imbucata per Alex Sandro, e tiro a giro nella ripresa, ma dà la sensazione di aggirarsi invano, alla ricerca della posizione, smarrita.

Mandzukic: 7
Partita alla SuperMario, gol alla Inzaghi.

Ronaldo: 7
Comincia con un tiro da fuori, ma è tutta la polvere da sparo del primo tempo. Poi, mette l’assist che spacca la notte.

Cuadrado: 6
Meglio di Alex.

Allegri: 7
Cambia gli esterni, persone e posizione, migliora la trazione e si qualifica.

Queste invece le pagelle del Valencia:
Neto
: 6,5
Sul piattone di Mandzukic, nell’area piccola, non ci si salva, ma poi ci mette un paio di belle parate.

Wass: 6
Solido primo tempo, tenendo a bada Ronaldo sulla corsia e Mandzukic sui calci piazzati. S’affaccia pure in avanti, con un diagonale di controbalzo non troppo lontano dal bersaglio.

Gabriel: 5
Sul gol di Mandzukic, in modalità presepe con un mese d’anticipo.

Diakhaby: 5,5
Prima metà da chiusure energiche, anche sui lanci a lunga gittata, e la bella zuccata sull’intervallo, che poteva valere il vantaggio. Ripresa orribile, con pisolino sul gol e ammonizione gratuita per aver segnato di mano.

Gaya: 5,5
Subito in difficoltà con Cancelo, arriva alla pausa con l’ipoteca dell’ammonizione.

Coquelin: 6
L’accademia all’Arsenal gli ha dato piedi e fraseggio, non sempre cattiveria.

Parejo: 6
Sovrastato da Bentancur, arretra, facendo da sponda per le (poche) ripartenze.

Kondogbia: 6
Più di lotta che di governo, fino a beccarsi il giallo.

Gonçalo Guedes: 5,5
Pochino davanti, spesso gli tocca rincorrere Cancelo.

Rodrigo: 5
Primo tempo da missing in action, tra Bonucci e Chiellini.

Santi Mina: 4,5
Se fai l’attaccante e ti levano quando sei sotto 1-0, aggiungere altro non serve.

Batshuayi: 5,5
un po’ di energia.

Marcelino: 6
Sacrificando il suo «spacchiamo», aveva provato a fare la sua onesta partita.

27 novembre 2018 (modifica il 27 novembre 2018 | 23:31)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *