Italia-Portogallo, in tribuna anche Tavecchio: «La Nazionale nel cuore»


A vedere Italia-Portogallo c’era anche Carlo Tavecchio. L’ex numero uno della Figc è tornato a San Siro a un anno di distanza dal play-off con la Svezia che ci è costato l’esclusione dai Mondiali in Russia.

«Torno qui sereno, per incoraggiare l’Italia – ha spiegato – .Il mio apporto non mancherà mai. Ho la Nazionale nel cuore, mi sono dimesso per amore della Nazionale. Non si è dimesso nessuno, qualcuno doveva prendersi la responsabilità. Abbiamo avuto un post Mondiale drammatico. Il commissariamento? Non servono considerazioni, basta vedere i fatti».

Incalzato sulle dimissioni di Gian Piero Ventura dalla panchina del Chievo ha detto: « dispiace molto, non pensavo finisse così. La sorpresa è che le abbia date quando nessuno gliele chiedeva». Archiviato «un post Mondiale drammatico» Tavecchio elogia il suo successore, Gabriele Gravina: « È una persona che conosce il calcio, che ha navigato in tutti i mari. Sia agonisticamente che dal punto di vista dirigenziale. Se viene assistito politicamente, spero faccia la riforma dei campionati».

17 novembre 2018 (modifica il 17 novembre 2018 | 21:58)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *