Italia, Mattarella a Mancini: «Ora fiducia: il mio successore festeggi il Mondiale come Pertini e Napolitano»


«Complimenti per la partita vinta in Polonia, e adesso guardiamo al futuro con fiducia». Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, rivolgendosi al c.t. azzurro, Roberto Mancini, presente al Quirinale per la festa dei 120 anni della Figc. Il Capo dello Stato ha poi spostato lo sguardo ben oltre il prossimo Europeo, guardando al Mondiale 2022: «Spero che il mio successore possa festeggiare il mondiale come Pertini nell’82 e Napolitano nel 2006», ha aggiunto, pensando al suo settennato che scadrà proprio quell’anno: «Vedere l’Italia di Mancini ieri mi ha dato molta soddisfazione: penso sia un traguardo raggiungibile».


I 120 anni della FIGC in 20 tappe e numeri: da Torino a Berlino e al commissario senza Russia



16 marzo 1898


Il presidente ha anche lanciato un avviso per il futuro al mondo del calcio: «I vivai non siano ambiti per ricercare guadagni finanziari futuri, ma luoghi per far emergere i giovani talenti e diffondere lo sport tra i ragazzi. Bisogna cercare costantemente il punto di equilibrio tra interessi economici e sport, perché i primi non prevalgano sull’aspetto sportivo, che deve restare primario».

Inoltre, Mattarella ha ricordato come il presidente dell’Uefa Aleksander Ceferin abbia «lanciato un buona raccomandazione sugli investimenti da fare negli stadi anche per motivi di efficienza e sicurezza».

15 ottobre 2018 (modifica il 15 ottobre 2018 | 18:04)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *