Italia, Mancini: «La Lega ripensi il calendario del campionato»


Roberto Mancini avverte la Juventus. «La partita con l’Ajax non sarà scontata come poteva sembrare al momento del sorteggio». Elegante e sorridente, il c.t. della Nazionale brinda alla rinnovata partnership tra la Federazione e Radio Italia sino al 2022. «Gli olandesi non hanno niente da perdere e sono una buona squadra. Non dimentichiamoci che hanno eliminato il Real Madrid. L’Ajax punta sul gioco e sulla qualità dei suoi giovani. La Juve però ha l’esperienza e i giocatori per farcela».

Dalla Champions alla nuova Nazionale, che ha intrapreso un nuovo percorso e conquistato il cuore degli italiani: «Abbiamo giovani promettenti e qualche vecchio che li aiuta a crescere. Un feeling perfetto». Ma non ci sono solo sorrisi. Negli studi di Cologno Monzese, Mancini confessa la preoccupazione per le decisioni della Lega sulle date della prossima stagione che rischiano di complicare la preparazione a Euro 2020: «La scelta mi ha sorpreso. Prima bisognerà qualificarci, ma se tutto andrà bene vorrei concedere una settimana di vacanza al gruppo per averlo fresco e concentrato sull’obiettivo. Se le cose restano così, non posso farlo». La serie A 2019-2020 finirà il 24 maggio, 19 giorni prima dell’inizio dell’Europeo. «I tempi sarebbero stretti. Confido in un ripensamento. Il rischio è di avere giocatori stanchissimi». E di compromettere il rinascimento azzurro. «Magari si potrebbe inserire un turno infrasettimanale in più», la speranza. La Federazione non si è arresa e ci sta lavorando. La lunga partita è appena cominciata. La Lega, al momento, è irremovibile.

Il terzo tema della serata è la volata Champions: «Che fa bene alla Nazionale perché mi consegnerà ragazzi pronti per le sfide con Grecia e Bosnia. Napoli e Inter sono sicure, per il quarto posto sino a qualche tempo fa c’era il Milan, che ha sprecato quanto di buono aveva fatto. Ora è bagarre con Atalanta, Roma e Lazio. Il Torino? Non credo, mi sembra troppo indietro». Chiusura sul solito Kean, il giovane del momento. Per l’attaccante della Juve si annunciano straordinari estivi: «Di sicuro lui verrà con noi in Nazionale e poi andrà all’Europeo Under 21». Come altri cinque: Barella, Chiesa, Pellegrini, Zaniolo e Gianluca Mancini.

8 aprile 2019 (modifica il 8 aprile 2019 | 22:39)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *