Istat, Pil Italia a -0,2%: «L’Italia è entrata in recessione tecnica»


Le previsioni della vigilia sono state rispettate: l’Italia è in recessione tecnica. Dopo il dato negativo del terzo trimestre del 2018, che aveva evidenziato un calo del Pil dello 0,1% rispetto al periodo precedente il nuovo arretramento dello 0,2% del Pil concretizza il fantasma di una «recessione tecnica». Questa la definizione quando la ricchezza prodotta da un Paese scende per due trimestri consecutivi. Nella sua visita a Milano che aveva l’obiettivo di incontrare i vertici dell’Assolombarda anche in vista delle strategie di sviluppo per i prossimi mesi, il premier Conte aveva già preso atto della frenata dell’economia italiana.

L’Italia non è sola in questa fase di rallentamento economico visto che proprio ieri il rapporto sull’economia del governo di Berlino aveva annunciato il dimezzamento delle stime di crescita del Pil tedesco per i 2019 dall’1,8% previsto ancora nell’autunno scorso all’1% attuale. In controtendenza il dato del Pil spagnolo, che nel quarto trimestre del 2018 ha accelerato al +0,7% , in rialzo dal +0,6% del trimestre precedente ma anche rispetto alle stime. Nell’intero 2018 l’economia di Madrid si è sviluppata al tasso del 2,4%.

31 gennaio 2019 (modifica il 31 gennaio 2019 | 11:17)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/economia.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *