Istat, l’ultima parola sul Pil 2018. E Alitalia vola verso un’altra proroga


Lando Sileoni
Lando Sileoni

Luned 28 – Il tavolo sul contratto dei bancari

Riparte il confronto, in vista della trattativa vera e propria. Ma il momento quello che , per le banche, e il rinnovo del contratto nazionale di chi in banca lavora si preannuncia tutto in salita. Per dirla con il segretario generale della Fabi, Lando Sileoni, alla vigilia dell’incontro nella sede romana dell’Abi: Prepariamoci a una lunga e dura battaglia.

Jerome Powell
Jerome Powell

Marted 29 – La prudenza della Fed

Flessibilit, prudenza, pazienza. Lo stesso Jerome Powell che ha tenuto duro di fronte agli attacchi di Donald Trump ha promesso comunque pace ai mercati: a dicembre avevano reagito male alla quarta stretta monetaria del 2018 ed dunque a loro che, adesso, si rivolge con le tre parole d’ordine Fed per il 2019. Sono il riconoscimento della fondatezza delle preoccupazioni degli operatori, considerato il generale quadro di incertezza. La linea del primo Federal Open Market Committee dell’anno, in calendario oggi e domani, andr di conseguenza.

Mercoled 30 – La fiducia di consumatori e imprese

Fine dicembre 2018: crollo dell’indice di fiducia dei consumatori e delle imprese, precipitati l’uno da 114,7 a 113,1 e l’altro (in discesa ininterrotta ormai da luglio) da 101 a 99,8. Fine gennaio 2019, cio oggi: l’Istat aggiorna i dati, e difficilmente segnaler un’inversione di tendenza. Le statistiche, come le previsioni di Bankitalia, Fondo Monetario e tra poco anche Ocse e Ue, finiranno nell’elenco di quel che i vicepremier dipingono (e bocciano) come visioni apocalittiche?

Gioved 31 – Alitalia verso l’ennesima proroga

In teoria, la scadenza fissata per oggi. In pratica, le trattative da cui dipende il piano industriale Alitalia sono cos prevedibilmente complicate che ai manager delle Ferrovie servirebbe la bacchetta magica, per rispettare la dead line. E per far cambiare idea a Lufthansa sul no allo Stato (italiano) partner. Infinitamente pi probabile l’ennesima proroga.

Gioved 31 – L’Istat ci dice se siamo in recessione

Altro giro Istat, con il dato pi temuto: l’andamento del Pil nell’ultimo trimestre 2018. Se anche quello fosse finito in rosso, come accaduto per il periodo luglio-settembre (-0,1%), saremmo ufficialmente in recessione tecnica. Dicono che la scamperemo per un soffio. Ma nella sostanza non far grande differenza.

25 gennaio 2019 (modifica il 26 gennaio 2019 | 18:15)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/economia.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *