Interrail, la Ue conferma Discover Eu: pass gratis per chi ha da 18 a 20 anni


L’anno scorso stato utilizzato da circa 15 mila giovani e, fra aprile e ottobre del 2019, si stima che coinvolger altri 14.500 ragazzi e ragazze. Il progetto Discover Eu — l’iniziativa dell’Unione europea che permette ai giovani, con et compresa fra i 18 e i 20 anni, di ricevere un pass Interrail (di durata da due giorni a un mese) e spostarsi gratuitamente in 31 Paesi con i treni di 35 compagnie ferroviarie — stato infatti confermato dal Parlamento europeo a un anno dal lancio del 2018, in occasione dell’Anno europeo del Patrimonio culturale.

L’Interrail, programma nato nel 1972 per favorire la mobilit dei giovani under 21, dal 1998 diventato utilizzabile a ogni et. Nel 2018 l’Italia stato il Paese pi visitato dai viaggiatori Interrail, con oltre il 30% dei One country pass (Ocp) venduti per viaggi in Italia. Roma, Firenze, Venezia e Pisa figurano nella lista delle dieci destinazioni pi gettonate. Nel dettaglio, nell’ultimo anno — per viaggi in prima classe — stato registrato un aumento del 100% degli Ocp venduti a persone con et superiore ai 60 anni (senior) e del 35% per gli Ocp acquistati da adulti con et compresa fra i 28 e i 59 anni. In generale, l’anno scorso sono stati venduti circa 300 mila pass Interrail, con un incremento del 3% rispetto al 2017. In Italia il pass valido a bordo delle Frecce e dei treni InterCity e Regionali di Trenitalia.

Tornando a Discover Eu — inserito nel programma Erasmus+ e finanziato con 700 milioni di euro nel periodo 2021-27 — la conferma nel 2019 stata accolta con soddisfazione da Fs Italiane. La conferma del progetto Discover Eu, inserito nel programma Erasmus+ — sottolinea in una nota Gianfranco Battisti, ad di FS Italiane — contribuisce in maniera concreta a formare i giovani cittadini europei, permettendo maggiore integrazione in un’unica grande realt senza confini. Grazie a Interrail, milioni di ragazzi hanno scoperto l’Europa in treno apprezzando le ricchezze della diversit che lo caratterizzano. Il treno permette una maggiore integrazione e una conoscenza profonda delle culture dei singoli Paesi.


http://xml2.corriereobjects.it/rss/economia.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *