Inter, Spalletti vince il derby, ma fine giugno lascerà lo stesso


Doveva essere il mio ultimo derby, allora ho pensato di portarmi anche il Cenacolo…Mi sa che se ne fa un’altra di cena… La vendetta di Luciano Spalletti, contro tutti e tutto, arrivata in una serata non proprio di ordinaria amministrazione. Battuto il Milan l’Inter si riprende il 3 posto e il tecnico toscano la certezza di finire il campionato sulla panchina interista. Ma nonostante la vittoria nel derbysono ben poche le possibilit che, nonostante altri 2 anni di contratto, possa allenare l’Inter anche nella stagione che verr. E sotto sotto, al di l delle battute, il primo a saperlo proprio lo stesso Spalletti.

Tante, troppe,situazioni negative oltre a quella di Icardi, si sono verificate nello spogliatoio e non sempre sono state gestite in modo politicamente corretto dal tecnico. E hanno finito per condizionare ilrendimento della squadra che, come nella passata stagione, continua a non avere un minimo di continuit. Dopo le prime 4 giornate di campionato Icardi e soci avevano gi 8 punti di distacco dalla Juve. A inizio del ritorno l’Inter ha fatto ancora peggio: 1 punto nelle prime 3 giornate. E poi le 3 eliminazioni da Champions, coppa Italia e, soprattutto, quella molto deludente dalla Europa League. Basta e avanza, insomma, perch Beppe Marotta possa avere altre idee in testa per la panchina dell’Inter nella prossima stagione.

Il prescelto e resta Antonio Conte e se l’Inter non riuscisse a portare l’ex allenatore del Chelsea a Milano, si punterebbe su Maurizio Sarri che la seconda scelta. Luciano Spalletti potrebbe rimanere solo se sia Conte che l’ex tecnico del Napoli dovessero dire no a Marotta. L’Ad per l’area tecnica, tra l’altro, non sta avendo dal suo allenatore neppure quell’aiuto che aveva richiesto, per trovare una soluzione alla telenovela Icardi. Aveva detto Marotta, pochi minuti prima del derby: Icardi merita di tornare in questo gruppo: lui un giocatore assolutamente dell’Inter a tutti gli effetti. Servono attenzioni particolari da parte di tutti: le persone intelligenti devono adoperare sempre il buon senso. Vogliamo ritrovare un giocatore importante che ha dato molto all’Inter. Ed ecco le dichiarazioni di Spalletti alla fine del derby: Serve dire bravo a Martinez per il rigore: abbiamo trovato l’attaccante che pu rimetterci a posto le cose. Bravi a quelli che sono dentro lo spogliatoio: tanti che non sono convocati vengono a fine partita, a condividere meriti e demeriti: una cosa regolare.

18 marzo 2019 (modifica il 18 marzo 2019 | 10:41)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *