Inter, Spalletti: «Dobbiamo tornare a essere noi stessi. Perisic? Ingannato»


Alla vigilia della sfida di San Siro con la Lazio Luciano Spalletti ha dettato la sua ricetta per provare a rimettere in piedi l’Inter. Dobbiamo tornare in fretta a metterci tutto quello che abbiamo visto che nelle ultime partite non ci siamo riusciti. E poi quando scendiamo in campo ricordarci sempre chi siamo. La serata importante perch c’ in palio l’accesso alla semifinale di coppa Italia contro il Milan. E il presidente Zhang stato chiaro al riguardo: vuole che l’Inter torni presto a vincere una coppa. Ci attende una partita difficile e importante: dobbiamo essere l’Inter, in questo caso avremo buone possibilit di passare il turno, ha ricordato il tecnico interista prima di aggiungere: Vincere ci darebbe tantissimo, perch significa andare avanti in coppa. S: questa con la Lazio pu essere la partita giusta per voltare definitivamente pagina.

Anche da parte di qualche giocatore che avrebbe voluto cambiare squadra. Ma Spalletti ha negato che, a parte Perisic, qualcuno sia andato da lui a chiedere di essere ceduto. Miranda ha avuto delle richieste, ma non mi ha mai chiesto di andare via e, dunque, io non ho mai detto che lui voleva andar via. Candreva? Casco dalle nuvole che voglia andar via: a me non lo ha mai detto. Ci sta che qualcuno possa non essere contento, ma non vero che in tanti hanno chiesto di essere ceduti.

Capitolo Perisic. Il giocatore ha avuto la personalit di dire una cosa che gli sembrava giusta in quel momento, per stato tratto un po’ in inganno da qualcuno, diciamo che stato indotto in tentazione, ma gi oggi l’ho visto cambiato rispetto agli ultimi giorni. Perisic stato convocato, vedremo se utilizzarlo durante la gara. Facciamogli passare un paio di notti tranquille e poi tutto torner come prima.

Per quanto riguarda Politano, l’Inter ha deciso che non far ricorso contro le due giornate di squalifica. Il giocatore era molto dispiaciuto – ha ricordato Spalletti-. Vero: la parolina gli scappata per il fallo lo ha subito. Anche questa volta accettiamo le due giornate di squalifica. Mi spiace perch un’assenza pesante vista l’emergenza che abbiamo con gli esterni.

Dopo due giornate a porte chiuse San Siro riapre al pubblico a parte la zona del 2 anello occupata dagli ultr. Ha commentato Spalletti: “Il pubblico pu darci quella spinta fondamentale per vincere: coi richiami dei tifosi ci sentiamo di fare quel metro in pi che fa la differenza”.

30 gennaio 2019 (modifica il 30 gennaio 2019 | 20:25)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *