Inter, parla Spalletti: «Ho bisogno di qualcosa di più da Icardi»


Il Torino prima della Lazio, giovedì sera a San Siro (coppa Italia), e del Bologna domenica in casa. Si annuncia una settima complicata per l’Inter reduce da un’altra non proprio tranquilla tra rinnovi di contratto e le molte voci di mercato. «Che tolgono sempre qualcosa al mio lavoro di allenatore» ha sottolineato Spalletti prima di ricordare che «non è certo stata esaltante la nostra prestazione col Sassuolo. A livello di squadra mi aspetto di più, non solo e non tanto dai singoli calciatori». Nella speranza di rintracciare quell’equilibrio che continua a mancare all’Inter capace di battere il Napoli, ma pure di pareggiare con Chievo e Sassuolo.

Servono i gol di Icardi e Perisic

Si aspettano con ansia i gol di Icardi e pure qualcuno da Perisic che non sta certo disputando una stagione esaltante. «Mauro sta facendo un buon campionato e un gioco che riguarda le sue caratteristiche e le sue qualità. Noi gli si chiede qualcosa in più per diventare ancora più forte e più completo, ma sono soddisfatto di quello che lui sta facendo perché è in perfetta sintonia con le sue qualità e il suo valore» ha sottolineato Luciano Spalletti prima di dedicarsi al Torino, che all’andata ha compiuto a San Siro una mezza impresa riuscendo a recuperare 2 gol all’Inter. «Squadra forte perché costruita, da un punto di vista fisico, in maniera importante. Hanno un modo valido di stare in campo e sotto l’aspetto della «garra» noi dobbiamo metterci qualcosa di più perchè non abbiamo la loro fisicità». Argomento Perisic. Il giocatore non sembra entusiasta di continuare a rimanere a Milano. E, del resto, preso atto di quanto ha fatto nel girone d’andata l’Inter è pronta a lasciarlo partire. Come ha ammesso, tra le righe, Spalletti: «E’ normale che durante il mercato si parli di lui perché è forte, piace ed ha molto richieste. Tutti vorrebbero averlo in squadra però ci devono essere delle valutazioni corrette da chi lo vuole. Quindi ci aspettiamo da lui che continui a fare quello che deve, tentando magari di andare a metterci di più visto che dai calciatori più forti ci si aspetta qualcosa in più rispetto a quelli normali».

26 gennaio 2019 (modifica il 26 gennaio 2019 | 14:28)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *