Inter-Napoli: Zhang jr è scosso. Vertice con Marotta: «Per noi parlano 110 anni di storia»


Nessuna ambiguit, una condanna netta. Chi razzista non uno di noi. Gli ululati al giocatore del Napoli, Kalidou Koulibaly, e i cori contro i tifosi partenopei hanno scosso l’Inter, compatta nel rimarcare le proprie origini, una storia lunga 110 anni, fatta di integrazione, accoglienza e futuro. Abbiamo detto no a ogni forma di discriminazione, chi non comprende e non accetta la nostra storia non uno di noi.


Inter-Napoli, Koulibaly: perché la partita non è stata sospesa? Chi può fermarla?



La partita tra Inter e Napoli doveva essere sospesa per i cori razzisti nei confronti di Koulibaly?


Nel nome Internazionale racchiuso il dna nerazzurro e quell’orgoglioso Fratelli del mondo, rimarcato dal giovane presidente cinese Steven Zhang. L’Inter contro il razzismo. I nostri fondatori 110 anni fa hanno costruito il club con grandissimi principi e energia positiva, abbiamo ereditato questo legame e la convinzione sempre pi forte, stato il messaggio via social arrivato dalla Cina. Il presidente Zhang rimasto scioccato dall’accaduto. In collegamento da Nanchino, dove rientrato da due settimane e dove ha sede il gruppo Suning, ha discusso con l’amministratore delegato Beppe Marotta e la dirigenza le misure da adottare.

La vicinanza della squadra a Koulibaly l’ha fatta sentire il capitano Mauro Icardi. Sono deluso da quello che successo a San Siro. Diciamo basta al razzismo e alla discriminazione, ha scritto l’argentino su Instagram: sotto una foto proprio con Koulibaly. Era stato lui ad accompagnare fuori dal campo il difensore del Napoli dopo l’espulsione. Un gesto di attenzione, naufragato pure quello in un finale rissoso in campo e dai toni accesi nel tunnel, soprattutto tra l’interista Keita e il napoletano Insigne, espulso pure lui.

stata una giornata difficile per l’Inter. La vittoria sul Napoli passata inosservata, coperta dalla squalifica di due turni a porte chiuse, pi un altro con la curva vuota. Il club sta valutando se fare ricorso, al momento pi orientata a non contestare la decisione del giudice sportivo, anche se per una situazione analoga (sempre insulti a Koulibaly) la Juventus se la cav con una multa di 10 mila euro e la curva chiusa per una partita. Oggi si chiederanno gli atti al giudice sportivo, poi si decider: i termini per il ricorso scadranno tra otto giorni.

Sulla decisione hanno pesato gli scontri fuori dallo stadio e la morte di Daniele Belardinelli. Per dovere istituzionale e per stemperare il momento, l’Inter ha accettato la sentenza. La societ ha scelto di non commentare gli incidenti: quel che accade fuori da San Siro non responsabilit n competenza del club. Valuter invece la proposta del sindaco di Milano, Beppe Sala, di consegnare al ghanese Kwadwo Asamoah la fascia di capitano per la trasferta di domani a Empoli, anche se l’orientamento per il no.

27 dicembre 2018 (modifica il 27 dicembre 2018 | 23:21)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *