Inter: Icardi vuole restare, Wanda vuole soldi e Marotta il silenzio


Che Mauro Icardi possa lasciare l’Inter al momento non un’opzione. Non esiste allo stato una via di fuga per il bomber, lo sa Wanda Nara, sua moglie e agente, e anche il club nerazzurro. Bisogna trovare un accordo, ora lontanissimo. Wanda chiede 10, il direttore sportivo Piero Ausilio ha offerto 6. Una proposta ritenuta non congrua, ha sottolineato alla festa del club il nuovo amministratore delegato Sport, Giuseppe Marotta. Di solito ci si incontra a met strada, si pu chiudere a 8 milioni. Non prima di Natale, il tavolo della contrattazione non aprir prima di gennaio. Penso che si arriver a una conclusione perch c’ la volont reciproca, ha aggiunto fiducioso Marotta. Il nuovo ad su un punto non ha intenzione di cedere: la trattativa non deve diventare mediatica e va condotta nel pi stretto riserbo, poi al momento opportuno verr dato ampio risalto all’intesa che ci sar, perch il rinnovo non in discussione.

Wanda e Ausilio litigano, ma non una novit. Ogni stagione ha il suo momento di tensione. Accadde due anni fa, si ripetuto l’estate scorsa. La 32enne argentina batteva cassa e s’imbufal quando qualcuno le rifer che la Juve aveva fatto un sondaggio sul bomber (l’offerta era Higuain pi 50 milion) e l’Inter aveva avuto il torto, secondo Wanda, di ascoltare. La signora Icardi fa il suo lavoro e prova a spuntare l’accordo pi conveniente, il ds dell’Inter tiene il punto e la riporta alla realt. Nel cinepanettone alla milanese il vicepresidente Javier Zanetti ha indicato la via. Ognuno deve rispettare il proprio ruolo, la cosa pi importante che Icardi sia felice. Il capitano a Milano felice e non perde occasione di sottolinearlo. Anche alla festa dell’Inter lo ha ribadito: Qui sono a casa mia.

I matrimoni pi solidi sono per naufragati sullo scoglio dei soldi: la questione va risolta. Il tempo non manca, il contratto dell’argentino scade a giugno 2021. Il problema ristabilire il dialogo Wanda-Ausilio. In mezzo stavolta ci sar Marotta. Per ora l’agenda vuota. Va abbassata la tensione, poi se ne riparler. A dividere le parti non c’ solo l’ingaggio, ora di circa 5 milioni. Il problema anche la clausola. L’Inter (ovviamente) vorrebbe eliminarla, Wanda (ovviamente) la vuole rapportare allo stipendio: minore l’aumento minore la clausola, oggi fissata a 110 milioni e valida per i club esteri dall’1 al 15 luglio. C’ molto di cui discutere partendo da un punto: Icardi non vuole andarsene. La sua vita a Milano, l’Inter lo sa. Wanda per l’altro giorno, parlando a Tiki Taka, ha tirato in ballo Suning: Pu pagarlo il rinnovo. La moglie di Icardi sa di avere un ascendente sulla propriet, lei e il marito sono famosi in Cina. Nella partita Wanda-Ausilio non ci sono favoriti.

19 dicembre 2018 (modifica il 19 dicembre 2018 | 22:08)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *