Inter, basta cori razzisti: lo spot dei nerazzurri contro le discriminazioni


Un BUU che significa «Fratelli universalmente uniti» e che prende spunto dagli stessi cori usati per discriminare | Corriere Tv
CONTINUA A LEGGERE »

BUU ovvero «Brother Universally United – Fratelli uniti universalmente»: recita così lo spot diffuso dall’Inter come campagna contro il razzismo e le discriminazioni a seguito dei cori durante Inter-Napoli. La squadra dei nerazzurri è scesa in campo promuovendo uno slogan che punta a unire anziché dividere. «Scrivilo, non dirlo» invita la società dai suoi account social attraverso un video in cui il Presidente Steven Zhang, il Vice President Javier Zanetti, il capitano Mauro Icardi e alcuni nomi illustri della storia del club si impegnano a rovesciare il senso del buu da discriminatorio a inclusivo (Instagram/@inter)


http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *