il timore che agita Salvini e Di Maio –


Nell’inceneritore Matteo Salvini ha gettato ieri il contratto
di governo. Una mossa al limite della provocazione che ha spinto
Giuseppe Conte ad intervenire ribadendo che è lui il garante
del contratto.

Il problema per il presidente del Consiglio è però un
altro. Perchè uno dei contraenti, la Lega, stavolta non
contesta l’interpretazione di un punto dell’accordo, ma lo
mette in discussione. Che l’intesa fosse complicata da attuare,
era noto, ma per la prima volta uno dei due contraenti lo ammette
dando l’impressione di cercare con l’occasione polemica
anche una via d’uscita. L’elenco degli argomenti che
dividono M5S e Lega si allunga di giorno in giorno. Ultimo i
termovalorizzatori. Seguono le tensioni sul ddl sicurezza, sulla
corruzione, sulle grandi opere, sulle nomine. Temi sui quali si
sono rapidamente infrante le pur notevoli capacità
diplomatiche di un premier che sconta il suo relativo peso
politico.

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO:

  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet

SCOPRI LA PROMO

Se sei già un cliente accedi con le tue credenziali:



Domenica 18 Novembre 2018, 12:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA


https://www.youchannel.org/feed/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *