il Pescara impatta a Livorno. Il Venezia batte in extremis il Padova –


ROMA – Pareggio a reti bianche tra Livorno e Pescara. Derby veneto al Venezia che supera il Padova 2-1 con un rigore segnato da Di Mariano nel recupero.  

LIVORNO-PESCARA – Inizio equilibrato. Diamanti impegna Fiorillo al 13’ poi la partita si accende alla mezzora. Al tiro di Kanouté di poco fuori segue il palo di Gonnelli. Il difensore amaranto salta Kanouté e lascia partire un fendente che si stampa sul montante della porta abruzzese.  Al 40’ altro pericolo per il Pescara con Giannetti che manca la deviazione vincente nell’area piccola. Il Livorno continua a insidiare l’area ospite a inizio ripresa. Gran parata di Fiorillo sul colpo di testa di Di Gennaro.  

La sofferenza del Pescara prosegue e al 53’ arriva il secondo palo per i padroni di casa con un sinistro a giro di Diamanti che non avrebbe lasciato scampo a Fiorillo.  Il Livorno continua a condurre le ostilità e proseguono le occasioni da gol. Al 60’, il solito Diamanti manca la deviazione vincente su Fiorillo in uscita. Cinque minuti dopo ci prova, invano, Agazzi. Il Pescara si rivede in attacco al 73’ con Melegoni ma Mazzoni sventa in uscita. Finisce senza gol. Prosegue la serie positiva del Livorno, imbattuto da 6 partite. Il Pescara guadagna un solo punto dal Palermo capolista e resta al terzo posto, agganciato dal Lecce, vincitore 1-2 con la Salernitana. 

Livorno-Pescara, tabellino e statistiche

VENEZIA-PADOVA – Avvio veemente dei padroni di casa.  La prima occasione da gol arriva al 4’. Punizione di Schiavone dai 30 metri e Minelli devia in angolo. Sul corner successivo, corta respinta della difesa e Segre insacca all’angolino dal limite dell’area. Ci riprova Schiavone su punizione al 25’ ma Minelli respinge di pugno. Le due squadre disposte con lo stesso modulo si annullano a vicenda. Il Padova non riesce a rendersi pericoloso e il Venezia controlla agevolmente il vantaggio fino all’intervallo.  La prima opportunità della ripresa se la procura il Venezia con un tiro cross che scheggia la traversa.

Finalmente, il Padova riesce a rendersi pericolo al 70’. Cross di Trevisan e Modolo rischia l’autogol. All’81’, mischia nell’area di rigore dei lagunari con Garofalo che respinge quasi sulla linea di porta.  E’ il preludio al pari ospite all’84’. Fantastica la stoccata al volo di Trevisan che non lascia scampo a Vicario e fa esplodere i tifosi biancorossi per l’1-1. La partita si avvia al pareggio ma, al 91′, un ingenuo fallo di mano di Cappelletti regala il rigore al Venezia. Segna Di Mariano per il gol del 2-1 finale che permette al Venezia di tornare alla vittoria dopo 5 partite. Sconfitta beffarda per il Padova di Bisoli, ultimo in classifica con un punto di distacco dal Livorno.  

Venezia-Padova, statistiche e tabellino del match


https://www.youchannel.org/feed/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *