Il Genoa passa a Empoli 1-3: lascia la zona calda. Sanabria, esordio con gol


Tre punti di puro ossigeno per il Genoa che nel posticipo della 21 giornata di serie A passa a Empoli e si porta a pi 9 sul terzultimo posto occupato dal Bologna (esonerato Inzaghi, squadra a Mihajlovic). Per la squadra di Prandelli una vittoria maturata con un primo tempo cinico chiuso sull’1-0, e poi con una risposta forte nella ripresa dopo il pari dell’Empoli. Un segnale positivo al quale si aggiunge il gol dell’esordiente Sanabria, il sostituto di Piatek passato al Milan. Una brutta botta invece per l’Empoli, che resta fermo a quota 17 al quartultimo posto, appena tre punti sopra il Bologna. Eppure la squadra di Iachini era partita meglio con una palla gol di Caputo e un palo di Zajc. Ma il Genoa, cinico, ha colpito al 18’: su lancio senza pretese di Criscito, Veseli dorme, Kouam raccoglie palla, entra in area di destro fulmina Provedel sul palo opposto. Sull’onda del vantaggio la squadra di Prandelli 5’ dopo sfiora il raddoppio con Lazovic, poi diventa protagonista il portiere del Genoa Radu che ferma con due grandi interventi prima Krunic e poi Caputo. Nella ripresa l’Empoli pareggia al 18’ con Di Lorenzo, bravo a correggere in porta una palla non trattenuta da Radu. Ma 7’ dopo Lazovic, il migliore in campo, fa 2-1 per il Genoa con uno splendido sinistro a giro dopo una fuga a tutto campo di Bessa. Passano 3’ e Lazovic scatenato scodella un assist al bacio per Sanabria, entrato da appena 3’: il modo migliore per battezzare il suo esordio con la maglia numero 9 che era di Piatek.

28 gennaio 2019 (modifica il 28 gennaio 2019 | 22:22)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *