I medici stressati vanno via la grande fuga dal Cardarelli –


C’è sofferenza al pronto soccorso del Cardarelli: nel
più grande ospedale del Mezzogiorno, nell’unico
dipartimento di emergenza completo per tutte le discipline, nel
centro ospedaliero che ancora oggi è il solo a Napoli, e
forse in Campania, in grado di intervenire in ogni tipo di urgenza
la squadra di camici bianchi che presidia 24 ore su 24 questo
avamposto di salute avverte i segni della fatica e del logoramento
quotidiano. Una élite assistenziale stanca, su cui pesa la
routine del lavoro ma anche i limiti organizzativi. Non è
solo l’adrenalina quotidiana a incidere ma anche
l’esiguità delle forze in campo rispetto ai numeri
dell’attività svolta e la sensazione di essere un
corpo estraneo in un ospedale che, pur nella complessità,
affronta altri ritmi e altre dinamiche. Medici in prima linea che,
a fronte dell’eccellenza espressa, non sentono riconosciuto
il proprio ruolo in alcuni casi e in altri sentono poco ascoltata
la propria voce rispetto ai suggerimenti avanzati a più
riprese per modificare il peso che grava sulle loro teste e
braccia.
L’ESODO DI MEDICI
Negli ultimi tre anni la squadra dei medici del pronto soccorso,
prima costituita da 45 unità, è stata rimaneggiata
dalla stagione dello sblocco del turn-over. Molti medici precari,
ma di grande esperienza, hanno lasciato il pronto soccorso: in
totale venti specialisti, solo in parte rimpiazzati. 
Oggi il pronto soccorso del Cardarelli conta su appena 38
unità. In molti casi gli specialisti che sono andati via
hanno vinto un concorso interno in altre discipline nello stesso
Cardarelli. O sono approdati nelle Emergency nate nel frattempo al
Cto e all’Ospedale del Mare. 
O ancora migrati verso le prime linee di ospedali di altre province
considerate più tranquille e con condizioni di lavoro meno
stressanti. 

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO:

  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet

SCOPRI LA PROMO

Se sei già un cliente accedi con le tue credenziali:



Sabato 24 Novembre 2018, 22:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA


https://www.youchannel.org/feed/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *