Gattuso: «Milan mediocre, abbiamo fatto il solletico al Bologna»


«Il nostro palleggio è stato sterile, dovevamo cercare in zona centrale qualche combinazione in più. Ci è mancata la stoccata, gli facevamo il solletico, potevamo sfruttare meglio le palle che ci sono capitate. A livello qualitativo abbiamo fatto una gara mediocre». Non è tenero con i suoi l’allenatore del Milan Rino Gattuso nel dopopartita della sfida contro il Bologna, terminata 0-0 senza guizzi, né emozioni.«Quando giochi contro una squadra rinunciataria con dieci giocatori dietro la linea è difficile – aggiunge -, lì deve uscire la qualità dei giocatori. Tante volte quando giochi con due attaccanti se uno non fa i movimenti al contrario fai il solletico, per allargare un po’ la squadra avversaria devi attaccare la profondità».

«Per tanto tempo nella mia gestione abbiamo giocato con il 4-3-3 , tante volte si riempiva meglio l’area, Bonaventura riusciva ad inserirsi bene. Il 4-4-2 a volte per gli avversari è di facile lettura, in questo momento è così». Bloccato Suso, bloccato il gioco.

Intanto, al momento della sostituzione uno spento Cutrone è apparso stizzito: «Ci sta che chi viene sostituito la prenda male – analizza Gattuso -, l’importante è guardarsi negli occhi. Adesso c’è l’adrenalina, poi sicuramente io e Patrick faremo una chiacchierata. La scelta di togliere Cutrone per Castillejo è stata fatta perché lo spagnolo viene a giocare un po’ fuori». C’è già da pensare a sabato e alla Fiorentina: non ci saranno Bakayoko, espulso, e Kessie, ammonito mentre era in diffida: «Sicuramente mancheranno due interpreti importanti, abbiamo qualche centrocampista in panchina, ci inventeremo qualcosa, non partiamo sicuramente sconfitti e guardiamo avanti».

19 dicembre 2018 (modifica il 19 dicembre 2018 | 07:55)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *