Fincantieri costruirà altre 4 navi per Msc, valore oltre 2 miliardi


Il turismo del futuro? In crociera. Il settore è in pieno boom come dimostra l’ultimo accordo chiuso da Fincantieri con Msc, che ha ordinato altre quattro navi del segmento extra-lusso per un valore complessivo di oltre due miliardi di euro. La consegna delle navi, che appartengono a una nuova generazione altamente innovativa, verranno consegnate a partire dalla primavera 2023, una ogni anno. Avranno una stazza lorda di circa 64.000 tonnellate e saranno dotate di 500 cabine.

L’ordine porta a otto le navi di Msc Crociere, la più grande compagnia di crociere a capitale privato al mondo e brand crocieristico leader in Europa, Sud America, Sud Africa e nell’area del Golfo, che saranno costruite in Italia con Fincantieri. Con queste quattro nuove navi, il piano di investimenti di Msc Crociere prevede la costruzione di 17 navi entro il 2027 (investimento complessivo di 13,6 miliardi di euro). Da giugno 2017 sono entrate in servizio già tre navi: MSC Meraviglia, MSC Seaside e MSC Seaview. Altri due – MSC Bellissima e MSC Grandiosa – saranno consegnate rispettivamente a febbraio e ottobre 2019. Le nuove navi, dal design innovativo, saranno dotate delle più recenti tecnologie per la tutela dell’ambiente e di altre soluzioni marittime di prossima generazione, spiega una nota del gruppo.

«Con questo progetto Fincantieri porta a 53 il numero delle navi da crociera nel portafoglio ordini della società e si conferma leader assoluto», ha commentato Giuseppe Bono, amministratore delegato di Fincantieri, sottolineando la soddisfazione che Msc «per lanciare una nuova classe di navi nel comparto del lusso», abbia scelto Fincantieri.

Oltre alle nuove tecnologie, sarà alzato anche il livello del servizio alla clientela, e comprenderà «il maggiordomo personale Msc Yacht Club, disponibile 24 ore su 24, sette giorni su sette». anticipa Pierfrancesco Vago, Executive Chairman di MSC Crociere.

Dopo l’accordo Fincantieri vola in Borsa a Piazza Affari, dove a metà seduta segna un rialzo del 2,86% a 1,36 euro.

18 ottobre 2018 (modifica il 18 ottobre 2018 | 13:27)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/economia.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *