Figc, Gravina: «Stiamo superando l’Inferno, presto in Purgatorio»


«In questo momento, per quanto riguarda il calcio in generale, stiamo superando leggermente l’Inferno, quindi ci avviciniamo al Purgatorio e all’idea di arrivare in Paradiso». Così il presidente della Figc, Gabriele Gravina, che sabato sera era Isernia, a margine del musical «La Divina Commedia», di cui il suo gruppo imprenditoriale è produttore. Ieri sera, Gravina era nell’Auditorium «Unità d’Italia» per assistere allo spettacolo in scena, nel capoluogo pentro, dal 7 novembre per la prima mondiale. Stasera ultima esibizione con l’ennesimo tutto esaurito.

« Per arrivare in Paradiso – ha detto ancora il numero uno del calcio italiano – dobbiamo prima espiare tutte le nostre colpe, superare anche la parte del Limbo di questo Purgatorio per arrivare, forse, non proprio alla fonte dell’Amore, ma possiamo sicuramente dare segnali positivi».

Metafore a parte, Gravina ha anche lanciato uno sguardo alla situazione della disciplina: «La Var è sicuramente è uno degli elementi positivi, che aiuta. Abbiamo una classe arbitrale che credo sia una delle eccellenze del nostro movimento. La tecnologia non si può ignorare, bisogna utilizzarla, migliorarla, perché credo che l’Ifab, come organismo mondiale che detta le regole del gioco del calcio, deve darci un contributo in più sotto questo profilo. Ci sono presupposti positivi, l’errore è stato ridotto al minimo e, quindi, penso che siamo sulla strada buona»

11 novembre 2018 (modifica il 11 novembre 2018 | 11:47)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *