Fabbrica bombe, stop dai vescovi sardi –


(ANSA) – CAGLIARI, 27 DIC – In occasione della 52/a Giornata
mondiale della Pace, che si celebrerà l’1 gennaio 2019, e alla
vigilia della 32/a Marcia della pace, i vescovi della Sardegna
lanciano un messaggio per la riconversione della fabbrica di
bombe Rwm di Domusnovas, nel Sulcis. Un messaggio nel quale
viene anche lanciato un appello alle istituzioni, alle
Università alla scuola e a tutta la società civile affinché
venga offerta un’alternativa ai lavoratori sardi.
“La gravissima situazione economico-sociale non può
legittimare qualsiasi attività economica e produttiva, senza che
se ne valuti responsabilmente la sostenibilità, la dignità e il
rispetto dei diritti di ogni persona – scrivono i vescovi -. In
particolare non si può omologare la produzione di beni necessari
per la vita con quella che sicuramente genera morte. Tale è il
caso delle armi costruite nel nostro territorio regionale e
usate per una guerra, che ha causato e continua a generare nello
Yemen migliaia di morti, per la maggior parte civili inermi”.


https://www.youchannel.org/feed/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *