Eurolega, James è galattico, il Real Madrid di più: Milano s’inchina


Undici minuti da sogno, in casa dei campioni d’Europa, poi un lungo corpo a corpo dove la coperta corta di Milano sotto canestro fa la differenza. Alla fine si salva il Real Madrid, su un campo dove un aiutino arbitrale per gli ospiti non mai previsto dal regolamento, ma l’Olimpia se la gioca fino alla fine, ben sapendo che la partita da vincere per conquistare un posto nei playoff di Eurolega quella di domani al PalaDesio, contro il Panathinaikos che ieri passato in volata con il Baskonia.

Il Real vince per 92-89 dopo essere stato sotto addirittura di 18 dopo 10’09”, 19-37 con un Mike James galattico, 20 punti nel primo tempo sbagliando appena un tiro, 35 al termine con pure 3 assist e 8 rimbalzi. A Madrid i tifosi non gli hanno ovviamente riservato il coro mvp, mvp come era accaduto al Forum, ma alla sirena finale hanno tirato un bel sospiro di sollievo, soprattutto quando Nedovic ha fallito a 3” dal termine il tiro del pareggio e del supplementare.

La coperta corta di Milano sta nel settore lunghi: quando Tarczewski viene fermato dai falli (con un tecnico a dir poco generoso), affidarsi a Omic diventa un problema e non un caso che con il centro sloveno in campo il Real confezioni la rimonta salendo fino al 73-65 al 28’ con una bomba di Llull. Verrebbe da pensare che cosa sarebbe la squadra di Pianigiani con Gudaitis a disposizione.

Milano ha comunque il merito di non arrendersi mai. E non sai se essere soddisfatto per essertela giocata fino all’ultimo o deluso per l’occasione persa, e che occasione, in casa dei campioni d’Europa.

Cancellare la sconfitta, riposare e prepararsi per venerd: c’ da battere il Panathinaikos. A 28 punti sono rimaste 4 squadre per 3 posti ai playoff, rimanere fuori adesso sarebbe una beffa.

20 marzo 2019 (modifica il 20 marzo 2019 | 23:07)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *