Etichetta, arriva l’obbligo di indicare l’origine di tutti gli alimenti


Piccola rivoluzione nel mondo alimentare. stato approvato dalle Commissioni Lavori pubblici e Affari costituzionali del Senato l’emendamento made in Italy al Dl Semplificazioni che dispone l’obbligo di indicare in etichetta l’origine di tutti gli alimenti. Attualmente in Italia l’obbligo di indicazione d’origine esiste solo per pelati e concentrati di pomodoro, latte e derivati, riso, grano della pasta e pollo. A livello Ue riguarda invece la carne bovina, il miele e le uova.

L’annuncio

Due giorni fa era stato il ministro delle Politiche agricole, Gian Marco Centinaio, a fare l’annuncio: nel Dl Semplificazione inseriremo l’obbligo di indicare in etichetta l’origine di tutti gli alimenti — aveva spiegato in un’intervista — per tutelare maggiormente il Made in Italy. Si tratta di una battaglia storica di Coldiretti, che non ha trovato tutti d’accordo. Critica, ad esempio, Federalimentare : Le norme che possono migliorare le informazioni per i consumatori sui prodotti alimentari sono fondamentali ma, in materia di etichettatura devono essere discusse e condivise a livello europeo e non solo italiano ha detto il presidente di Federalimentare Ivano Vacondio, che avverte: Fughe in avanti come la tendenza all’introduzione di norme nazionali su materie armonizzate a livello comunitario penalizzante e nociva per il nostro Paese. Per questo, Federalimentare auspica una modifica della proposta attuale e una riapertura del dibattito in sede europea.

24 gennaio 2019 (modifica il 24 gennaio 2019 | 17:28)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/economia.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *