Empoli-Inter 0-1, Keita fa l’Icardi con un colpo da biliardo


Una brutta partita, una bella vittoria. L’Inter chiude il girone d’andata e l’anno con l’1-0 a Empoli firmato da Keita, torna al successo esterno dopo due mesi, consolida il terzo posto e si lascia alle spalle le polemiche degli ultimi giorni.

Non è una giornata come le altre: la curva ospite è chiusa, totalmente vuota. Nessun tifoso nerazzurro, tutti a casa, colpiti dal divieto di trasferta dopo gli scontri con gli ultrà del Napoli e i cori razzisti vomitati su Koulibaly. Se la misura servirà a far ravvedere qualcuno lo dirà il tempo. L’Inter non vince fuori casa da due mesi esatti (29 ottobre 3-0 alla Lazio all’Olimpico), ma l’Empoli è in crisi nera dopo tre sconfitte di fila. Spalletti ritrova Nainggolan, ma lo spedisce in panchina all’inizio, conferma Icardi capitano e non fa suo il suggerimento del sindaco di Milano, Beppe Sala, di dare la fascia ad Asamoah.

In campo lo spettacolo non esiste. Il primo tempo è un lungo sonno, senza emozioni, se non una girata di Zajc, subentrato all’infortunato La Gumina, e la risposta di Politano con un tiro da fuori respinto da Provedel. Prima e dopo solo passaggi sbagliati, errori banali, nessuna intensità, un ritmo da over 65. Il pubblico di Empoli dopo un po’ non ne può più e comincia a fischiare, provato da uno spettacolo non da serie A.

Dopo un primo tempo di riposo, si (ri)comincia. A sfiorare il gol è l’Empoli dopo venti secondi: sul lancio di Traorè la difesa nerazzurra si fa trovare scoperta, ma Zajc si allarga troppo e Handanovic respinge. Passano due minuti e l’Inter segna con Keita, ma l’arbitro La Penna annulla per fuorigioco che la Var conferma. Nell’occasione si sentono esultare tanti interisti, segno che anche tra i residenti toscani molti sono di fede nerazzurra.

Spalletti decide di cambiare un’Inter che non riesce proprio a decollare. Richiama Vecino e ripropone Nainggolan dopo la sospensione per motivi disciplinari che gli ha fatto saltare il match con il Napoli. A metà ripresa scocca l’ora di Lautaro Martinez.

L’Inter si mette a trazione anteriore con Nainggolan e Joao Mario davanti alla difesa e “Il Toro” nella linea dei tre con Politano e Keita dietro Icardi. Martinez si presenta nel peggiore dei modi, con un fallo di mano che gli costa il giallo. Però l’Inter inizia a premere e Martinez sfiora la rete con un gran colpo di tacco respinto da Provedel. Il vantaggio lo firma Keita al 27’ della ripresa, bravo a pescare l’angolo giusto con un tiro dal limite. Icardi fallisce il raddoppio, ma meraviglia il pubblico con un cross di rabona. L’Inter chiude nel modo migliore l’anno, l’Empoli incassa la quarta sconfitta consecutiva.

29 dicembre 2018 (modifica il 29 dicembre 2018 | 16:58)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *