Ellison all’attacco di Bezos «Amazon? Si paga di più»


Abbiamo creato cyberdifese degne di Star Wars. Le imprese clienti di Oracle disporranno di database totalmente autonomi che si gestiscono, si ottimizzano, si correggono e si proteggono in modo automatico: non avrete niente da fare, niente da imparare. Giacca grigia su una maglietta nera col collo a V, a 74 anni suonati Larry Ellison salta di nuovo sul palcoscenico della convention annuale del suo gruppo, Oracle OpenWorld 2018, per lanciare i nuovi prodotti — soprattutto i servizi sulla nuvola di seconda generazione, Gen 2 Cloud — coi quali il vecchio leone che ha costruito una fortuna sulla gestione dei database aziendali e, pi di recente, sul cloud computing, cerca di tenere testa all’avanzata dei nuovi giganti del software, da Amazon a Salesforce.

Il raduno imponente: 60 mila clienti e partner di Oracle che sciamano tra le vie, chiuse al traffico e coperte di tappeti rossi, intorno al Moscone Convention Center, la cittadella dei congressi di San Francisco. Celebre per le sue sortite sempre spigolose — negli scorsi anni ha preso di petto tutti, da Microsoft a Google passando per Salesforce — stavolta Ellison attacca Amazon, divenuta leader del mercato business e che ora sembra sul punto di aggiudicarsi anche la ricca commessa del Pentagono (10 miliardi di dollari) per trasferire su cloud l’intero sistema informativo di aviazione, esercito, marina e servizi segreti militari.

Oracle presenta anche altri nuovi prodotti: da un assistente digitale aziendale, una specie di Alexa per le imprese che, anzich accendere la tv o prenotare un ristorante, si occupa di problemi di contabilit o di ordinativi incagliati, a una Oracle Blockchain App per i servizi sulla nuvola. Ma il fondatore, 40 anni fa, di un gruppo che oggi fattura 38 miliardi di dollari e ha 138 mila dipendenti, punta soprattutto sul cloud computing di seconda generazione: I sistemi attuali, concepiti dieci anni fa, dice l’imprenditore che oggi presidente operativo e chief technology officer di Oracle, sono ormai molto vulnerabili. Con Gen 2 Cloud abbiamo rivoluzionato la tecnologia dalle fondamenta creando un sistema molto pi efficiente e sicuro. Ellison sostiene di aver costruito intorno alla cloud barriere impenetrabili mentre al suo interno si muovono robot autonomi che vanno a caccia di minacce esterne e le distruggono. Nessuno, sostiene l’imprenditore, dispone oggi di sistemi simili. Poi l’affondo contro Amazon: Non solo garantiamo una sicurezza che Amazon non in grado di promettere, ma vi mettiamo a disposizione servizi molto pi veloci e a costo molto pi basso rispetto al concorrente. Ellison presenta dei confronti di benchmark dai quali risulta che, a seconda del software di Amazon messo a confronto, Oracle costa dalla met a un ottavo rispetto al gruppo di Bezos, ed molto pi veloce. Il distacco minore si registrerebbe nei casi in cui Amazon usa nel suo cloud i database di Oracle.

Il gruppo di Seattle ha dato poca importanza alla sortita di Ellison, sostenendo di non sapere bene di cosa sta parlando, ma proprio ieri la Cnbc ha rivelato che le disfunzioni che hanno semiparalizzato molti depositi di Amazon ritardando le consegne in un momento cruciale, il suo Prime Day, sono state dovute a un maldestro tentativo di eliminare il database di Oracle dal suo software.

24 ottobre 2018 (modifica il 24 ottobre 2018 | 22:00)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/economia.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *