Effetto Messi (e Ronaldo) sui salari Barcellona un paradiso, la Juve quasi


Il campionato che paga meglio in assoluto nel mondo la Nba, e non sorprende: i suoi attori, mediamente, incassano 6,7 milioni di euro l’anno. Il campionato di calcio che paga meglio la Premier League, e anche questo non sorprende: il salario medio annuo di 3,3 milioni contro i 2,5 della Liga e l’1,7 della Serie A. Se vogliamo stupirci scorrendo i dati della Global Sports Salary Survey — l’indagine su 18 tornei di 8 sport, 1.089 atleti e 349 club, disponibile sul sito inglese Sporting Intelligence — dobbiamo guardare altrove.

Per cominciare, al club che paga meglio in assoluto. Non sta, come potremmo immaginare, in Nba e nemmeno nella Major League Baseball o in Nfl, ma nella Liga: il Barcellona, che in questa stagione verser ai suoi 23 giocatori 11,9 milioni di media, un terzo in pi dell’anno scorso. Ovviamente — secondo il famoso teorema del pollo di Trilussa — sul boom incidono i 50 milioni che intasca il solo Messi. Comunque sia, il Bara precede nettamente il Real Madrid (9), un’infilata di sei club Nba e la Juventus, nona a quota 7,6. Anche la Signora l’esempio dell’effetto fuoriclasse: un anno fa era 32; l’acquisto di Cristiano Ronaldo l’ha proiettata in top ten, consentendole di staccare pesantemente le rivali italiane (Inter 4,18; Milan 3,96; Roma e Napoli 3,16) e confermarsi una potenza economica mondiale. Davanti anche al Manchester United (10 a 7,3) e al Manchester City, che con il suo 20 posto a 6,7 pare un club di poveracci.

Soprassedendo qui sul rapporto investimenti/risultati — uno dei temi pi caldi e delicati di questa epoca — la sostanza che la Premier garantisce il 36% di stipendio in pi che nella Liga e il doppio che in Serie A, stra-spendendo senza ritegno. Un esempio il confronto tra West Ham e Girona, ritenuti dello stesso livello tecnico: il club londinese paga mediamente i suoi giocatori 3,6 milioni contro i 791.544 euro degli spagnoli. Un potere di spesa quattro volte superiore.

Ma la sorpresa pi grande sta fuori dal calcio, al capitolo atleti pi pagati per una singola partita. A stravincere infatti la Indian Premier League di cricket (Ipl) che ai suoi 128 tesserati distribuiti in 8 club che disputano appena 14 match in una stagione garantisce un salario medio di 310.482 euro a botta. Due volte l’Nfl (156.429, 16 gare), tre volte e mezzo Premier League (88.190, 38 gare) e Nba (81.431, 82 gare) e sette volte la Serie A (45.224, 38 gare). Anche per questo la Lega indiana complessivamente seconda al mondo dietro la Nba con 4,3 milioni di salario medio, seguita da Mlb (3,4), Premier League, Nfl (2,2), Liga, Nhl (2,1) e Serie A.

Ultima in tutto invece, e qui torniamo a non sorprenderci, la Wnba, la Lega professionistica nordamericana di basket femminile: le sue giocatrici sono pagate in media 67.000 euro annui, un centesimo dei colleghi maschi dell’Nba. Ineguaglianza di genere negli sport professionali la definisce la ricerca, sottolineando come, bench la Wnba sia la lega femminile pi pagata al mondo, per le sue atlete sia impossibile vivere solo di sport: Le ragioni? Il mercato. Ma non c’ motivo perch le cose non possano cambiare.

26 novembre 2018 (modifica il 26 novembre 2018 | 22:36)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *