Ducati, conti a posto grazie alla Panigale


Ducati chiude il 2018 consolidando la crescita che ha caratterizzato gli ultimi anni della Casa motociclistica bolognese. 53.004 (2017: 55.871) le moto consegnate ai clienti di tutto il mondo, risultato che ha permesso di mantenere le vendite sopra alle 50.000 unit per il quarto anno consecutivo, nonostante il mercato globale delle moto oltre 500 cc sia calato del 2,7%. Le condizioni si sono rivelate particolarmente impegnative negli Stati Uniti, fino allo scorso anno il primo mercato per Ducati, registrando un calo di quasi il 9%. Il fatturato, a chiusura dell’esercizio 2018, ha raggiunto € 699 milioni (2017: € 736 milioni), il risultato operativo stato di € 49 milioni (2017: € 51 milioni), con un margine operativo del 7%, ovvero la stessa percentuale fatta registrare nel 2017.

I dati

L’Azienda di Borgo Panigale riuscita quindi a compensare il calo dei volumi di vendita generato dalla flessione del mercato grazie al successo dei modelli a pi alta marginalit, come ad esempio la Panigale, che ha permesso di mantenere il risultato operativo al livello dell’anno precedente. I dati finanziari di Audi Group relativi all’esercizio 2018, di cui Ducati rappresenta il segmento motociclistico, sono stati comunicati in occasione della conferenza stampa annuale che si svolta nella sede di AUDI AG ad Ingolstadt. L’anno 2018 stato impegnativo sotto diversi punti di vista ma siamo soddisfatti della nostra performance finanziaria malgrado un anno non facile – ha dichiarato Claudio Domenicali, CEO Ducati Motor Holding – L’Azienda sta generando le risorse per continuare a finanziare lo sviluppo di nuovi prodotti il che ci fa ben sperare anche per il futuro. Oliver Stein, CFO Ducati Motor Holding, ha aggiunto: La solidit finanziaria estremamente importante per l’Azienda per poter supportare il programma di sviluppo tecnologico in cui Ducati attualmente impegnata a pieno regime.

14 marzo 2019 (modifica il 14 marzo 2019 | 14:33)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/motori.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *