Dolomiti: scoperto un nuovo minerale, è la Fiemmeite


Le Dolomiti si confermano un crogiolo di minerali. Dopo la stessa dolomite, un carbonato doppio di calcio e magnesio riconosciuta dallo scienziato francese del Settecento Dodat de Delomieu, e che costituisce il principale minerale della roccia dolomite che ha dato poi il nome nell’Ottocento alla catena montuosa, ora arriva la Fiemmeite, in onore della val di Fiemme. La scoperta si deve ai ricercatori del Muse, il Museo delle scienze di Trento, Paolo Ferretti e Ivano Rocchetti, assieme ai colleghi dell’Universit di Milano, Francesco Demartin e Italo Campostrini, grazie alla guida del cercatore di minerali Stefano Dallabona (Gruppo Mineralogico Fassa e Fiemme).

Da due secoli

Dal 1815 sulle Dolomiti non avveniva la scoperta di una nuova specie di minerale. L’ufficializzazione avvenuta da parte della commissione dell’International Mineralogical Association, che presiede alla nomenclatura e alla classificazione di nuovi minerali. I minerali noti sono poco pi di 5 mila, dice Ferretti, del Muse. Trovare una specie nuova un evento molto raro. Le Dolomiti hanno dato il nome anche ad altri minerali, come la Fassaite (dalla val di Fassa) e la roccia Monzonite (dal gruppo dei Monzoni)

Formula complessa

La Fiemmeite un minerale di rame dalla formula complessa Cu2(C2O4)(OH)2.2H2O che cristallizza nel sistema monoclino. stato rinvenuto in piccolissime lamelle all’interno di tronchi carbonificati nella parte inferiore della formazione dell’Arenaria della val Gardena, risalente al Permiano circa 260 milioni di anni fa. La presentazione ufficiale del nuovo minerale avverr venerd alle 17,30 a Predazzo (Tn) al Museo geologico.

12 novembre 2018 (modifica il 12 novembre 2018 | 22:18)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/scienze.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *