Derby, ecco cosa devono fare Milan e Inter per vincere la partita


All’andata ci pens Mauro Icardi a tempo abbondantemente scaduto a decidere il derby. Fin 1-0 con zampata decisiva dell’argentino, ora ritiratosi sull’Aventino e tutti a casa. Donnarumma non fu irreprensibile, era un momento in cui il Milan arrancava privo di certezze. Era il 21 ottobre e in quella fase della stagione l’Inter si sentiva ancora l’anti-Juve. La squadra di Gattuso fu criticata perch invece di cercare di impostare la propria manovra diede l’impressione di giocare per il pari, limitando – senza risultato – le potenzialit offensive dell’Inter.

Milan

Il mondo si capovolto da allora. E’ vero che l’allenatore dei rossoneri passato attraverso le forche caudine della critica, uscito dall’Europa League, ha tremato per la propria panchina. Ma poi anche grazie al mercato di gennaio che ha consegnato al tecnico rossonero Piatek e Paquet i rossoneri hanno visto la luce. Sono terzi in classifica con un punto di vantaggio sui cugini, hanno trovato nel polacco un formidabile terminale offensivo e una granitica solidit difensiva. L’unico rischio scendere in campo troppo da favoriti, spinti da un’atmosfera di entusiasmo dilagante in citt. Le prove opache registrate a partire dalla sfida dell’Olimpico in Coppa Italia contro la Lazio in poi non devono essere sottovalutate. La squadra sembra stanca, quindi benedetta sia la sosta, Ma prima Rino chiede ai suoi uno sforzo suppletivo, senza per rinunciare ai propri uomini. Ora che la squadra ha trovato una sua quadratura pare difficile che l’allenatore deroghi dai suoi undici con il rischio di spedire ancora una volta, nonostante la brillante prestazione con il Chievo, Biglia in panchina. Regola numero uno: non giocare per il pari, badando solo a frenare le avanzate dei nerazzurri. La strategia, come si visto all’andata, non paga.

Inter

L’Inter al contrario viene da un periodo tormentatissimo. Da dicembre a oggi ha dilapidato 8 lunghezze di vantaggio che conservava sui cugini. Dopo essere uscita dalla Champions, stata estromessa gioved dall’Europa League. Non ha pi la Coppa Italia e nemmeno un attaccante di caratura internazionale a cui affidarsi. Il caso Icardi che fino a pochi giorni fa sembrava aver cementato il gruppo ha invece allargato il focus sul disequilibrio della rosa -vedasi Ranocchia schierato centravanti per disperazione nel finale anche contro l’Eintracht-. L’Inter ha tutti gli elementi contro sulla carta. Spalletti a rischio e in ogni caso quest’estate saluter la Pinetina, dopo oltre un mese di braccio di ferro e tentativi di mediazione falliti Icardi ancora non si messo a disposizione del gruppo e chiss se lo far prima della fine della stagione, lo spogliatoio da rifondare, anche con l’addio ormai scontato di Perisic a fine stagione. La serenit non abita qui. Ecco perch Gattuso non dovr commettere la leggerezza di pensare che siano gi sconfitti in partenza. Se l’Inter dovr sfoderare una prova d’orgoglio lo far proprio nella gara pi attesa in tutta Milano.

Incasso record

Nel derby numero 223 l’incasso complessivi di 5,7 milioni, record anche per tutta la Serie A. In uno stadio sold out, 4 mila sono i biglietti acquistati da tifosi stranieri. 590 i Milan Club a San Siro, il pi esotico proviene dal Bahrein. La partita sar trasmessa in 200 Paesi. Ben 600 fra giornalisti, fotografi e produttori televisivi sono accreditati per il match. Oltre 170 apparecchi di illuminazione proietteranno le fiamme lungo tutto il perimetro esterno dello stadio in ossequio al tema della sfida Join the flame. Prima della partita canter Ghali, mentre all’intervallo grandi ex da Nesta a Inzaghi presenteranno con Gazidis e Scaroni le maglie speciali con cui il Milan Glorie giocher a Liverpool il 23 marzo prossimo contro le legends dei reds, replicando la finale del 2007. Altri tempi, ma il Milan sogna di riviverli presto.

16 marzo 2019 (modifica il 16 marzo 2019 | 12:00)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *