De Laurentiis invita Cavani: «Rinunci all’aereo privato e torni a Napoli»


Il mercato di gennaio per il Napoli sarà non altro che il pieno recupero dei giocatori che fin qui sono stati indisponibili. Da Meret a Verdi, da Ghoulam a Younes. Aurelio De Laurentiis è stato chiaro, peraltro anticipando un pensiero condiviso anche con Carlo Ancelotti. Una porta aperta resta quella per Cavani, al quale il presidente del Napoli resta sinceramente legato. «Dipenderà da lui – ha detto – capisco che ridursi lo stipendio non è il massimo ma nella vita anche un calciatore può fare valutazioni diverse rispetto a quelle economiche. Se qualcuno a Parigi gli dà fastidio, sappia che Napoli è il suo porto sicuro, la città che lo ha amato e la società che lo ha reso grande. Guadagna tanto, ma di fronte a un’offerta di sette milioni, tutto sommato, basterebbe rinunciare a qualche aereo privato».

Una battuta, quest’ultima, detta però con convinzione rispetto alla volontà di far tornare a Napoli il Matador. De Laurentiis ha auspicato un miglioramento del Var, con «una maggiore autorevolezza da parte della cabina di regia» e con la possibilità data all’allenatore di «richiamarla in caso di necessità». Sullo scudetto: «La corsa sulla Juventus resta aperta, ci mancherebbe».

21 novembre 2018 (modifica il 21 novembre 2018 | 16:12)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *