Danone Company presenta il programma per la maternità


Danone Company presenta al Ministro della famiglia e della disabilit, Lorenzo Fontana, la propria parental policy, il programma per sostenere e valorizzare la maternit. Il progetto, illustrato dal management di Danone, Mellin e Nutricia (le 3 aziende di Danone Company in Italia) presenta numeri importanti: un tasso di natalit interno del +7,5% (contro il -3% del dato nazionale); crescita del tasso di donne manager passato dal 40% al 45% in sei anni (con il 42% delle mamme promosse a ruolo dirigenziale o quadro successivamente al ritorno dal congedo per maternit); raddoppio dei giorni di paternit dal 2011 a oggi (con il 100% dei pap che usufruisce dei giorni di paternit). Come noto, il problema della crescita demografica riveste un’importanza cruciale per il sistema paese – afferma Fabrizio Gavelli , amministratore delegato di Mellin, azienda di Danone Company in Italia – Lavoriamo da anni allo sviluppo di politiche a favore della genitorialit promuovendo una politica di welfare avanzato che favorisca i genitori, e le madri in particolare , anche attraverso supporti di natura economica per la cura, la crescita e la formazione dei figli. Siamo molto lieti di aver potuto accogliere le Istituzioni oggi e di aver avuto modo di illustrare un progetto che riveste un ruolo fondamentale per il successo stesso della nostra azienda. Il punto di partenza per lo sviluppo del programma Danone a supporto delle famiglie, va ricercato nella convinzione che la maternit sia portatrice di una carica positiva capace di alimentare l’energia, la creativit, le capacit empatiche e organizzative delle mamme e, di conseguenza, diventare un valore sul quale far leva anche per lo sviluppo dell’azienda. Dal quest’anno, infine, , Mellin, Danone e Nutricia, le tre aziende di Danone in Italia, aderiscono al programma Maam – Maternity as a Master per mamme e pap; uno strumento di formazione con il quale le aziende che ne fanno parte si propongono di diffondere nel mondo del lavoro la maternit come valore positivo, anche per la crescita dell’azienda.

27 settembre 2018 (modifica il 27 settembre 2018 | 19:20)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/economia.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *