Coppa Italia, Sampdoria-Milan 0-2 Doppio Cutrone, i rossoneri avanzano


Freddo ed emozioni a Marassi, gara bella e combattuta, ai quarti per ci va il Milan, decide una doppietta di Cutrone che stende una buonissima Samp ai supplementari. Due gol splendidi quelli del 21enne comasco, entrambi al volo, uno per tempo. Era entrato esattamente al 1’ del primo tempo supplementare al posto di Castillejo. Dal 4-3-3 il Milan passato al 4-4-2. Un cambio decisivo, quello di Gattuso. Ora il Diavolo affronter mercoled 30 ai quarti la vincente di Napoli-Sassuolo. Prima per c’ la Supercoppa italiana mercoled a Gedda contro la Juve. Il Milan ci arriva per con tutto un altro spirito dopo questa qualificazione.

Paquet c’

Gattuso sceglie il 4-3-3 previsto, con Paquet mezzala sinistra, a completare la linea mediana con Kessie e Bakayoko. Davanti c’ Higuain punta centrale, ai suoi lati Castillejo e Calhanoglu. Non c’ Suso, infiammazione alla zona pubica, un infortunio che preoccupa anche se dal club assicurano che non si tratta di pubalgia. Disposizione solita anche per Giampaolo, 4-3-1-2, con Ramirez vertice alto del rombo, Ekdal quello basso, in attacco Quagliarella e Caprari. In tribuna, a qualche metro dal presidente Ferrero, ecco il figliol prodigo Gabbiadini, appena acquistato dal Southampton per 12 milioni di euro (ha firmato un contratto fino al 2023 a 1,6 milioni l’anno). La partita di Linetty dura 20 minuti, poi si fa male alla caviglia e lascia il posto a Jankto. Il cambio obbligato d per una sveglia alla Samp che da l in poi porta pi pressione, dopo aver sofferto il baldanzoso avvio rossonero. Caprari reclama un rigore, ma la spinta di Zapata leggera, non sufficiente per spingere l’arbitro Pasqua a fischiare.

Reina super

Poi tocca a Reina anticipare di petto in uscita Ramirez, lanciato in profondit da Murru. Il Milan prova a costruire dal basso ma il pressing doriano glielo impedisce. Paquet si muove molto, tende talvolta ad accentrarsi, soprattutto Riccio (il vice di Gattuso) a dargli indicazioni tattiche dalla panchina. Il Diavolo fatica a servire Higuain, che resta spesso solo e che cerca di venirsi a recuperare qualche pallone buono dietro la linea di centrocampo. La migliore occasione del primo tempo capita per proprio al Pipita, al 42’. Assist superbo di Kessie, Higuain sfreccia fra i due centrali Tonelli e Andersen, prende la mira na la sua conclusione da posizione defilata esce di un niente. Davvero una grande chance, bissata poco dopo da Castillejo che di testa su cross di Abate mette alto. Nel parte finale del primo tempo meglio il Milan.

Ripresa movimentata

L’inizio di ripresa movimentato come il finale del primo tempo, meglio ancora il Milan, con la Samp chiusa dietro. E’ per Reina ancora il primo portiere a essere chiamato in causa su un cross basso di Ramirez spazzato poi via da Romagnoli. Col passare dei minuti i genovesi prendono le misure. Paquet guadagna qualche metro, si piazza spesso alle spalle di Higuain, l’impressione che talvolta il 4-3-3 viri verso un 4-2-3-1 in fase d’attacco. Partita tutto sommato equilibrata, nessuna delle due riesce realmente a prevalere sull’altra. Si va a fiammate. Su una di queste il Milan va a un passo dal vantaggio: 24’, cross a rientrare di Castillejo, la palla scavalca tutto la difesa, Calhanoglu solo davanti a Rafael ma il suo sinistro di controbalzo a un metro dalla porta impreciso. Gattuso si dispera. Occasione persa, un errore pesante, da l uno come lui non pu sbagliare. Al 29’ Higuain segna con un esterno destro al volo ma Pasqua annulla (giustamente) per fuorigioco, pochi minuti ed Quagliarella a non inquadrare la porta da pochi passi. Botta forte ma imprecisa. Fuori Ramirez, dentro Saponara. Che al 34’ va a un amen dall’1-0 ma il suo destro rasoterra esce di un niente. Occasione molto simile a quella di Higuain nel primo tempo. Stessa porta. Minuto 38, destro da lontano di Ekdal, Reina vola e devia. Al 90’ 0-0, si va ai supplementari.

La svolta di Patrick

Entra subito Cutrone per Castillejo. Ekdal spara alto da buona posizione, poi Saponara che si va anticipare in uscita da Reina. Meglio la Samp, pi in palla. E ancora il portiere spagnolo infatti salva il Diavolo stavolta con Kownacki che da due passi non riesce a dare forza al pallone consentendo a Reina di bloccarlo sulla linea. Arriva il crocevia della partita. Minuto 12’, Conti appena entrato si invola sulla fascia destra e mette al centro dell’area un cross eccezionale per Cutrone che di piatto, al volo, batte Rafael. Proprio sotto al curva dei doriani. Un gol che gela la Samp e che rilancia il Milan. Nel secondo tempo supplementare, dopo una gran parata di Reina, l’ennesima, stavolta su Kownacki, arriva anche il 2-0, al 3’ ancora con Cutrone. Gol spendido, ancor pi del primo. Ribaltamento di fronte dei rossoneri, cambio gioco di Calhanoglu, Cutrone al volo beffa Rafael in pallonetto dal limite dell’area. Diavolo in festa. La vittoria della svolta?

12 gennaio 2019 (modifica il 12 gennaio 2019 | 20:46)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *