Cmc, creditori alla porta e mancati incassi: perché è in concordato


Nel corso dell’anno sono state presentate sei richieste di fallimento a carico della cooperativa Cmc Ravenna, il gruppo delle costruzioni, numero tre in Italia, 1.118 milioni di fatturato nel 2017, in concordato in bianco dal 7 dicembre scorso. Il pressing emerge dal verbale del consiglio di amministrazione del 2 dicembre. La situazione si fatta critica soprattutto dopo il 9 novembre, quando la coop ha comunicato al mercato che non sarebbe riuscita a pagare la cedola sui bond (9,7 milioni) in scadenza il 15 novembre. Dopo quel comunicato sono piovuti numerosi decreti ingiuntivi da parte di fornitori, obbligazionisti e creditori, e il 21 novembre Unicredit, in qualit di banca agente, in conseguenza del mancato pagamento della cedola, ha notificato a Cmc l’attivazione del cross default (insolvenza incrociata estesa a tutti i debiti in corso).

Nel frattempo tutti i committenti, salvo l’Anas, continuavano a non pagare: di 136,7 milioni di pagamenti arretrati che la societ si aspettava di incassare – causa del forte peggioramento della posizione finaziaria netta gi nella semestrale del giugno 2018 – solo 52 milioni sono effettivamente arrivati, i 50 milioni dell’Anas e poco altro. Di conseguenza gli advisor nominati il 9 novembre, guidati da Mediobanca, hanno dovuto prendere atto che non esistono margini per una negoziazione in bonis con le banche, e che anzi il rischio concreto era di andare verso una veloce procedura di fallimento, viste le udienze al tribunale gi fissate e nessuna possibilit di adempiere ai creditori. Cos si arrivati alla drammatica riunione del consiglio di amministrazione di domenica 2 dicembre, con la decisione unanime di chiedere il concordato preventivo in bianco, unica strada individuata a tutela del patrimonio sociale (che verrebbe depauperato dai pignoramenti dei creditori sociali pi rapidi, con assorbimento di parte dell’attivo soltanto a favore di questi ultimi) e quindi della par condicio creditorum, sia al fine di evitare il fallimento della Societ.

24 dicembre 2018 (modifica il 24 dicembre 2018 | 15:37)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/economia.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *