Ciclismo, dopo 42 anni torna il Giro di Sicilia: da Catania all’Etna


La Sicilia torna protagonista del grande ciclismo dopo l’abbuffata e il successo del Giro d’Italia 2017 (che approd a Palermo dalla Sardegna) e di quello del 2018, quando la carovana sbarc sull’isola arrivando da Israele. Si comincia presto, prestissimo: il prossimo 3 aprile torner infatti a disputarsi il Giro di Sicilia, corsa a tappe breve che nacque nel lontano 1907 ma mancava dal calendario da ben 42 anni, sostituita solo parzialmente negli anni Novanta dalla Settimana Siciliana, presto estinta.

Quattro tappe

Quattro frazioni disegneranno un poligono che ha come estremi Catania (partenza), Milazzo, Capo d’Orlando, Ragusa e l’Etna. Due frazioni prevalentemente pianeggianti, una movimentata, una con un traguardo in salita alle pendici del vulcano, a quota 1862 metri. A breve l’elenco dei team invitati, che dovrebbe comprendere per la maggior parte squadre emergenti. In prospettiva, per, oltre all’inserimento del Giro di Sicilia nel calendario internazionale dal 2020 con la partecipazione di molte squadre World Tour, c’ lo sbarco sull’isola del Giro d’Italia.

Grande partenza 2021

L’accordo tra Regione Siciliana e Rcs Sport prevede tre tappe della corsa rosa inserite nel programma del 2020 e una solenne grande partenza per l’edizione 2021. Al di l delle emozioni della competizione — ha detto Nello Musumeci, presidente della Regione Sicilia —, possiamo offrire percorsi unici e suggestivi e un panorama che, sono certo, non passer inosservato e che sapr rivelarsi una cornice degna per una manifestazione tanto gloriosa.

26 marzo 2019 (modifica il 26 marzo 2019 | 13:38)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *