Che cos’è la commissione banche proposta dai 5 Stelle


La creazione di una nuova commissione parlamentare d’inchiesta sulle banche prevista da una legge approvata a fine febbraio. La proposta del Movimento 5 Stelle, primo firmatario il capogruppo del Senato Stefano Patuanelli. E il M5S ha anche pubblicamente indicato chi ne dovrebbe essere il presidente, il senatore ed ex conduttore televisivo Gianluigi Paragone. Anche la Lega aveva indicato un nome, quello dell’ex presidente del Senato Roberto Calderoli, sul quale per non ha pi insistito.

Composta da 20 senatori e 20 deputati, dotata degli stessi poteri della magistratura, capace di superare nel corso delle sue inchieste il segreto d’ufficio, quello professionale e anche quello bancario, la commissione non avrebbe un mandato a termine. Resterebbe in funzione per l’intera legislatura, fino alle prossime elezioni. E ogni anno dovrebbe presentare alle Camere una relazione sull’attivit svolta.

Ma su che cosa dovrebbe lavorare? C’, naturalmente, la verifica delle attivit di vigilanza sul sistema bancario e sui mercati finanziari, che riguarda Banca d’Italia e Consob. Ma anche la congruit della normativa vigente in materia di fondazioni bancarie. C’ ancora l’operato della agenzie di rating, e anche una verifica del progetto di Unione bancaria per capire se non determini una lesione dei principi di concorrenza. Insomma, un vero e proprio programma di legislatura.

Pi vasto di quello assegnato alla commissione d’inchiesta sul sistema bancario della passata legislatura. In quel caso il campo di azione era limitato ad alcuni casi specifici: le quattro banche messe in risoluzione, a partire da Banca Etruria, il Monte dei Paschi di Siena e le banche venete. I lavori della commissione, guidata da Pier Ferdinando Casini, contribuirono ad accendere la campagna elettorale. La nuova commissione spazierebbe su un campo pi vasto. E, senza elezioni anticipate, per quattro anni di fila.


http://xml2.corriereobjects.it/rss/economia.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *