Champions, progressi netti della Juventus. Ma crescono anche le altre


La Juve domina a Manchester, la Roma diventa prepotente con il Cska. Non sono successi normali, il totale dice che qualcosa sta cambiando in fretta. Su 10 partite di Champions le italiane hanno vinto 8 volte, pareggiato una e perso un’altra. Hanno segnato in tutto 19 reti subendone 5, di cui 3 in una sola partita, quella della Roma a Madrid. N Juve n Napoli hanno ancora subito un gol.

Vedremo cosa accadr mercoled sera, momento in cui si chiuder la prima parte della Champions a gironi, ma per adesso siamo a un risultato quasi eccezionale. Per chiarezza aggiungerei che molto laterale il buon momento anche della maglia azzurra. Quelli sono italiani di nascita, le squadre di club sono multinazionali, non fanno parte di una patria ma di un’azienda. Per qualcosa tornato a crescere ed difficile sia un caso accada nello stesso momento.

cresciuta la qualit dei giovani acquistati o trovati in questi ultimi anni (Bentancur, Dybala, Pellegrini, Bernardeschi, Cancelo), sono aumentate personalit e tecnica comuni. anche un po’ invecchiata la qualit del mondo, stanno appesantendosi Real, Bayern, United, forse lo stesso Barcellona che ha solo 18 punti in campionato. A questi livelli non facile sostituire generazioni. Non ricordo per una semplicit cos naturale di risultato. La Juve giocava in casa della squadra pi importante al mondo. Non l’ha quasi mai fatta entrare in partita. Non segnalo la Roma per ovviet di risultato.

Ma la superiorit della Juve a Old Trafford stata naturale come contro una penultima squadra italiana, segno di una differenza profonda, di una crescita che ha pochi uguali nel rapporto aritmetico tra risultati e rendimento. La Juve si capovolta rispetto a un anno fa. Aver passato una stagione a vincere sentendo lamentarsi la sua gente ha scosso Allegri e l’ha portato a volere una squadra da grande salotto. Oggi la Juve domina, non lucra, vince giocando bene. E direi che lo fa anche al di fuori di Ronaldo. Non si messa in condizione di farne a meno, semplicemente di meritarlo.

23 ottobre 2018 (modifica il 23 ottobre 2018 | 23:26)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *