Champions League, ultima giornata: ecco come si qualificano Inter e Napoli


Cosa devono fare Inter e Napoli nell’ultima giornata per qualificarsi agli ottavi di Champions League? Vediamo nell’ordine cominciando dai nerazzurri.

Inter

La situazione è chiara. Con il Barcellona già matematicamente qualificato come prima (ha 13 punti), l’Inter deve obbligatoriamente chiudere il girone con un punto più del Tottenham (entrambi hanno 7 punti). L’arrivo a pari punti con gli inglesi qualificherebbe questi ultimi in virtù degli scontri diretti (una vittoria per parte, ma con un gol segnato in trasferta dagli uomini di Pochettino).
Quindi nell’ultima giornata gli uomini di Spalletti devono cercare di battere il Psg e sperare che il Tottenham non s’imponga in trasferta a Barcellona.

Napoli

Molto diversa la situazione del girone del Napoli, che vede oltre ai partenopei, anche Psg e Liverpool in lotta per un posto agli ottavi con tutte e tre le squadre in corsa per la vittoria del girone. Il Napoli (9 punti) è sicuramente qualificato se nell’ultima giornata batte il Liverpool (6 punti) in trasferta (e in questo caso vincerebbe anche il girone). Il Napoli sarebbe qualificato anche se pareggiasse l’ultima partita, se come prima o come seconda dipenderebbe dal fatto che il Psg (8 punti) batta o meno la Stella Rossa Belgrado in trasferta.
Ma gli uomini di Ancelotti si qualificherebbero anche in caso di sconfitta. In primo luogo se il Psg venisse sconfitto dalla Stella Rossa. In caso di vittoria del Psg andrebbero agli ottavia con i francesi anche se subissero solo una rete di scarto ma segnandone almeno una. L’1-0 premierebbe infatti il Liverpool perché nell’assoluta parità di scontri diretti e differenza reti negli scontri diretti e assoluta conterebbero il maggior numero di gol segnati in assoluto (che in quel caso sarebbero 9 per il Liverpool contro 7 dei partenopei).
Il caso più complesso prevede un pareggio del Psg a Belgrado e una vittoria del Liverpool con un gol di scarto. In quel caso il Napoli si qualificherebbe con il Liverpool pur perdendo, a patto di segnare almeno tre gol. Solo in quel caso scavalcherebbe il Psg nel numero di gol segnati negli scontri diretti che sarebbe il criterio che troverebbe applicazione vista la parità degli altri che lo precedono (che sono, lo ricordiamo, punti negli scontri diretti e differenza reti negli scontri diretti tra le tre squadre).

29 novembre 2018 (modifica il 29 novembre 2018 | 10:25)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *