Cessione Samp, si tratta sul prezzo e a Genova aspettano Vialli presidente


Esiste una notevole discrepanza fra l’euforia che si respira a Genova sul possibile acquisto della Sampdoria da parte del fondo americano York Capital Management che affiderebbe a un totem come Gianluca Vialli la presidenza e la prudenza della societ ligure che per la cessione chiede 150 milioni. I fatti: il fondo ha gi effettuato la due diligence e avanzato una proposta non scritta inferiore ai 100 milioni.

Vialli da meno di un mese amministratore della Sunrise Sports Limited, srl che potrebbe veicolare l’offerta di York Capital per rilevare la societ genovese. L’ex attaccante azzurro stato nominato mercoled con Francesco Totti ambasciatore di Roma 2020 mentre ancora non ha fornito a Gravina con cui ha avuto un nuovo colloquio una risposta sulla proposta di diventare capo-delegazione azzurro (sembra orientato a rifiutare).

Enrico Mantovani, figlio dell’ex leggendario presidente blucerchiato, dopo aver twittato The turning point?, cio Il punto di svolta? ha dichiarato: Ho incontrato di recente Vialli, so che qualcosa c’. Non credo che si farebbe coinvolgere se non ci fosse qualcosa di serio. Ferrero per che sta costruendo una nuova sede e un nuovo centro sportivo ed intenzionato ad avviare i lavori di ristrutturazione di Marassi con Preziosi, non intende cedere un’azienda sana a prezzi di saldo. Chiede 150 milioni. Responso rinviato ai prossimi contatti fra le parti.

20 marzo 2019 (modifica il 20 marzo 2019 | 22:48)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *