Bonucci fuori un mese, l’emergenza per la Juventus è in difesa


Il passo falso di Bonucci, con la caviglia destra che rimane agganciata al prato in una torsione innaturale, coster al difensore un mese circa di stop e quindi, salvo un recupero lampo che al momento appare improbabile, l’andata degli ottavi di Champions contro l’Atletico Madrid del 20 febbraio. La diagnosi quella di un trauma distorsivo con interessamento capsulo-legamentoso, forse aggravato dalla mezzora in cui il giocatore ha cercato di resistere al dolore, rimanendo in campo. Almeno in quell’arco di tempo Giorgio Chiellini ha potuto scaldarsi con calma, senza rischiare di entrare a freddo contro una Lazio scatenata: la difesa della Juve ora sulle spalle del capitano, che per a 34 anni e mezzo non pu giocare tutte le partite, anche per evitare infortuni che in questo momento della stagione sarebbero deleteri. E quindi va gestito al meglio.

Promosso sul campo Rugani, l’ufficialit del ritorno di Caceres slittata per questioni burocratiche (o meglio per pendenze economiche, con la Lazio) e dovrebbe arrivare oggi. L’uruguaiano ha giocato appena otto partite in stagione e nella difesa a due centrali sarebbe riadattato, cos la Juve si ritrova corta in un reparto chiave, dopo che Benatia ha chiesto e ottenuto la cessione in Qatar. Barzagli star fuori ancora un mese per infortunio e comunque a 37 anni non pu offrire grosse garanzie. L’et per sempre relativa: Alves, capitano del Parma, ha sei mesi in meno di Barzagli e potrebbe diventare un acquisto last minute. Ma per il momento pi probabile che il grande amico di Ronaldo — era alla sua presentazione a luglio – arrivi a Torino solo da avversario, sabato prossimo.

Anche perch Allegri — che mercoled sfida in gara secca l’Atalanta di Gasperini nei quarti di Coppa Italia a Bergamo — potrebbe all’occorrenza anche lavorare su De Sciglio come centrale di complemento. Quel che sembra chiaro che qualsiasi opzione peggiore di Benatia: trattenere il marocchino contro la sua volont era ormai controproducente, senza contare che la sua cessione ha anche fruttato una decina di milioni. Ma dopo lo sfogo di novembre (alla mia et gioco troppo poco, vedremo a gennaio) il centrale andava probabilmente coinvolto di pi, perch i buoni difensori centrali sono merce rara. E gli imprevisti — Bonucci un giocatore che ha subito pochi infortuni in carriera — hanno la cattiva abitudine di colpire proprio nei punti deboli e nei momenti meno opportuni.

Un’eventualit che potrebbe spiacevolmente ripetersi anche nella questione Higuain, perch il Chelsea rischia un blocco del mercato nelle prossime sessioni a causa di un traffico di giovani calciatori che potrebbe essere sanzionato dalla Fifa, che ha gi punito in passato Barcellona e Atletico per gli stessi motivi. Se cosi fosse, il riscatto del Pipita, attualmente in prestito dalla Juve ai Blues allenati da Maurizio Sarri, potrebbe essere a rischio.

28 gennaio 2019 (modifica il 28 gennaio 2019 | 22:48)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *