Boeri: «Attenzione al rischio di un ritorno delle finte partite Iva»


L’aumento dei contratti precari va avanti «da tempo», ma il vero «rischio» è un ritorno del lavoro parasubordinato. Lo afferma il presidente dell’Inps, Tito Boeri, commentando i dati dell’Osservatorio sul precariato dell’Istituto previdenziale. «La tendenza dell’aumento dei contratti a tempo determinato – dichiara Boeri – l’avevamo già vista da tempo. Non abbiamo ancora avuto a pieno gli effetti del decreto dignità, perché i dati si riferiscono a settembre, mentre il decreto è entrato pienamente in vigore a partire da novembre». Secondo il responsabile dell’Inps, «bisogna monitorare quello che succederà nei mesi futuri, soprattutto anche a seguito delle innovazioni che sono previste nella legge di bilancio. Mi riferisco soprattutto alla tassazione agevolata, alla flat tax per le partite Iva». Infatti, prosegue Boeri, «c’è il rischio di un ritorno del dualismo contrattuale, in cui abbia un peso molto rilevante il cosiddetto parasubordinato, cioè il fenomeno per cui a molti giovani alle dipendenze viene chiesto di aprirsi la partita Iva. Questo è un rischio al quale dobbiamo guardare con molta attenzione».

15 novembre 2018 (modifica il 15 novembre 2018 | 14:39)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/economia.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *