Bce, tassi attuali fino all’estate Bilanci pubblici in peggioramento


Bilanci pubblici in peggioramento e una delle cause principali l’Italia. la fotografia del bollettino economico della Bce: Le prospettive relative al disavanzo delle amministrazioni pubbliche dell’area dell’euro per i prossimi due anni sono peggiorate e il pi elevato disavanzo in parte il risultato di un notevole peggioramento del saldo di bilancio previsto in Italia, in seguito all’espansione fiscale inserita nei documenti programmatici di bilancio che violerebbe gli impegni presi nell’ambito del Patto di stabilit e crescita. Per la Bce necessario proseguire gli sforzi di risanamento delle finanze pubbliche nel pieno rispetto del Patto di stabilit e crescita ed particolarmente preoccupante la circostanza che la pi ampia deviazione rispetto agli impegni assunti si riscontri in Italia, un paese in cui il rapporto tra debito pubblico e Pil notevolmente elevato. La Bce nel bollettino avverte che il forte indebitamento rende tali Stati vulnerabili a eventuali futuri episodi di flessione economica o di instabilit dei mercati.

La crescita

Per la Bce i rischi per le prospettive di crescita nell’area dell’euro si possono tuttora ritenere sostanzialmente bilanciati. Nondimeno, nel complesso i rischi si stanno orientando al ribasso per effetto delle persistenti incertezze connesse a fattori geopolitici, alla minaccia del protezionismo, alle vulnerabilit nei mercati emergenti e alla volatilit nei mercati finanziari. L’Eurotower ricorda che le proiezioni indicano una crescita annua del Pil in termini reali dell’1,9% nel 2018, dell’1,7% nel 2019, dell’1,7% nel 2020 e dell’1,5% nel 2021 e che rispetto all’esercizio condotto a settembre 2018 dagli esperti della Bce, le prospettive per l’espansione del Pil in termini reali sono state riviste leggermente al ribasso per il 2018 e il 2019.

I tassi

Il Consiglio direttivo della Bce continua ad attendersi che i tassi si mantengano sui livelli attuali almeno fino all’estate del 2019 e in ogni caso finch necessario per assicurare che l’inflazione continui stabilmente a convergere su livelli inferiori ma prossimi al 2% nel medio termine. Nel bollettino economico dell’Eurotower si ricordano anche le decisioni di politica monetaria prese nel corso della riunione del 13 dicembre: sul fronte del quantitative easing, il Bolletino sottolinea che il Consiglio direttivo ha determinato che gli acquisti netti nell’ambito del programma di acquisto di attivit terminino a dicembre 2018 e che, al tempo stesso, ha rafforzato le indicazioni prospettiche sui reinvestimenti. In linea con questo approccio, quindi, la Bce intende continuare a reinvestire integralmente il capitale rimborsato sui titoli in scadenza nel quadro del programma di acquisto di attivit per un periodo di tempo prolungato dopo l’innalzamento dei tassi di interesse di riferimento della Bce, e in ogni caso finch sar necessario per mantenere condizioni di liquidit favorevoli e un ampio grado di accomodamento monetario.

27 dicembre 2018 (modifica il 27 dicembre 2018 | 11:41)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/economia.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *