Basket, Milano e Venezia già in fuga Successi netti per Trieste e Varese


Milano e Venezia ufficializzano la fuga a due gi dopo un quarto di campionato scavando un solco di 6 e 4 punti sul gruppone delle inseguitrici. L’Olimpia sfibrata dalla stanchezza rimonta da -12 contro Cremona e conserva l’imbattibilit dopo 8 giornate mentre Venezia passeggia su Avellino ridotta ai minimi termini dagli infortuni.

Approccio sbagliato

I campioni d’Italia, solitamente feroci nei quarti iniziali, sbagliano completamente l’approccio e si fanno travolgere dalla Vanoli nei primi 3’44’’ (2-14). L’attacco biancorosso, che aveva prodotto 96 punti di media fin qui, si limita a 29 dopo i primi 20 minuti chiusi per con uno scarto accettabile (-6). Nel terzo quarto si affaccia prepotentemente Tarczewski che propizia il 19-0 che ribalta per un attimo il copione del match (52-41). Demps non propenso alla resa e riporta subito in scia Cremona (54-51) che rimane a contatto fino in fondo grazie a Aldridge e Crawford, autori di 37 punti in due. Gli ospiti mettono la testa avanti a 7,7’’ dalla fine: Mathiang segna il canestro del 74-75 ma gli arbitri non concedono il libero addizionale per il contatto con Brooks. L’ultimo possesso ovviamente affidato a James che riscatta una gara negativa (3/14 su azione) facendo 2 su 2 in lunetta con 3,3’’ sul cronometro. Le speranze di mantenere l’imbattibilit esterna della Vanoli tramontano sulla tripla sbagliata da Ricci: l’Armani vince 76-75 e chiude con 4 vittorie il ciclo terribile da 5 gare in 11 giorni.

Venezia passeggia

Molto pi semplice il compito di Venezia che dimentica la sconfitta nello scontro diretto con Milano passeggiando 49-79 sul campo di Avellino, priva di Costello, Campogrande e Nichols. La Reyer prende il largo nei quarti centrali in cui gli irpini segnano solo 17 punti con un pessimo 7/35 dal campo. Le prime firme del blitz orogranata sono Haynes e Watt che confezionano 32 punti, dall’altra parte Sykes e Cole si fermano a un totale di 21 sbagliando 23 dei 32 tiri tentati.

Ok Trieste e Varese

Successi netti anche per Trieste e Varese in casa contro Cant e Brindisi. La neopromossa spazza via i brianzoli 102-82 grazie a un terzo quarto perfetto chiuso con 39 punti segnati e solo 15 subiti. Per l’Alma 19 punti e 6 assist di Wright mentre per la squadra di Pashutin il migliore Blakes a quota 26 punti. Dopo 4 vittorie consecutive si ferma la corsa dell’Happy Casa che paga il pessimo inizio e a Masnago viene travolta 85-67 da un’Openjobmetis trascinata dal trio Avramovic-Scrubb-Cain, autori di un bottino da 50 punti in tre.

Trento piega Sassari

Quarto successo nelle ultime 5 gare tra Serie A ed Eurocup per Trento che piega 71-66 Sassari. Gomes conferma l’ottimo momento firmando una doppia doppia da 14 punti e 10 rimbalzi mentre tra gli ospiti, al 4 ko di fila in campionato, si salva solo il centro Cooley, firmatario di 16 punti e 10 rimbalzi. Non smette di stupire Pesaro che cala contro Bologna il tris di successi consecutivi: l’autografo pi luminoso sull’89-86 quello di McCree che infiocchetta una doppia doppia da 24 punti e 13 rimbalzi. Nel finale l’ala della VL autografa in lunetta i punti del +3 a 4,3’’ dalla sirena mentre sulla sirena Aradori (19 punti) sbaglia la tripla del possibile overtime. Per i bianconeri il migliore alla fine Kravic con 22 punti e 10 rimbalzi.

25 novembre 2018 (modifica il 25 novembre 2018 | 21:44)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *