Basket Lega A, Milano perde l’imbattibilità: Venezia vince al Forum 86-87


Dopo 322 giorni l’Olimpia perde l’imbattibilit interna in regular season cadendo 86-87 in casa contro Venezia. Grazie a una splendida rimonta da -16 la squadra di De Raffaele si porta a 4 punti dai biancorossi in classifica e pur non riuscendo a ribaltare il -3 dell’andata riapre almeno parzialmente la corsa al 1 posto. L’alba del match viene monopolizzata da Milano con lampi di grande spettacolo. Il 7 su 7 dal campo nei primi 4 minuti produce uno strappo marchiato a fuoco dalle gemme di Nunnally e James. Con un parziale di 19-0 i padroni di casa toccano il massimo vantaggio (19-3) mandando in visibilio il pubblico del Forum ma la Reyer nei restanti 15 minuti nel primo tempo ricuce con pazienza il disavanzo grazie a uno splendido Tonut (20 punti alla fine).

proprio il numero 7 a timbrare la tripla del sorpasso all’inizio di un terzo quarto che gli orogranata illuminano con un parziale di 4-16 (51-57). Micov rimette in circolo le energie dei campioni d’Italia, poi Watt (mvp con 24 punti con 11/14 al tiro) si prende il palcoscenico ma Nedovic (14 punti) alimenta un parziale di 10-0 che sembra stordire Venezia. la seconda illusione dell’Armani che sull’86-77 si spegne e negli istanti conclusivi fa harakiri: sul +1 a 9,5 secondi dalla fine Micov lancia nella met campo avversaria la rimessa cercando Brooks e concede alla Reyer l’ultima chance. Bramos corregge l’errore di Daye, completa un controparziale di 0-10 e interrompe la striscia di 11 vittorie casalinghe dell’Olimpia (l’ultimo k.o. in regular season risaliva al 29 aprile 2018, 70-75 contro Pesaro).

Con il blitz del Forum Venezia scava un solco di 4 punti su Cremona che crolla 83-64 a Varese. Avramovic sigla 8 dei suoi 19 punti nell’ultimo quarto e raccoglie il testimone da Archie (17 punti) che era stato dominante nel primo tempo. Solo 38,6% dal campo per la Vanoli a cui non bastano i 18 punti di Crawford. Continua la risalita ineluttabile di Cant che colleziona a Pesaro la settima vittoria consecutiva e rimane imbattuta nel girone di ritorno. L’autografo sul 72-80 della solita coppia Gaines-Blakes che chiudono con un bottino di 34 punti in due. Per i marchigiani prestazione straripante di Mockevicius, autore di una doppia doppia da 21 punti e 19 rimbalzi. Non si ferma neanche la corsa di Trento che piega 82-75 Trieste e allunga a 5 la striscia positiva. La cooperativa del canestro di Buscaglia porta 7 giocatori a realizzare almeno 8 punti, Hogue il topscorer con 17. Tra gli ospiti brilla Sanders, firmatario di 22 punti.

Dopo il debutto trionfale in Champions League, Djordjevic si regala la seconda vittoria netta dominando 64-80 sul campo di Torino. La Virtus (senza Chalmers e Qvale per turnover) mette in scena un primo quarto perfetto in cui tira con 11/19 su azione e si porta avanti di 22 punti (11-33) al 14’. La Fiat ha un sussulto d’orgoglio a cavallo dell’intervallo lungo (35-40) grazie a Jaiteh (16 punti) ma quando si accende Taylor (16 punti, 5 assist e 5 rimbalzi) si scioglie definitivamente e nell’ultimo periodo subisce lo show di Aradori (15 dei 17 punti negli ultimi 10’). Punter, autore di 36 punti a Desio contro Cant, non gioca nella ripresa a causa di un calo di zuccheri e si ferma a quota 8.

I piemontesi rimangono a due punti di margine sulla coppia all’ultimo posto formata da Reggio Emilia e Pistoia. La squadra di Pillastrini colleziona l’ottava sconfitta sul campo di Avellino che schianta gli avversari 91-59 grazie a 29 punti in 34 minuti di Sykes. Per la Grissin Bon 18 di Dixon. La Oriora invece cade in casa 82-90 dopo un overtime contro Sassari che trova la prima gioia in campionato della gestione Pozzecco. Prestazione strepitosa di Pierre che infiocchetta un bottino da 27 punti, 12 rimbalzi e 35 di valutazione. In casa toscana 20 punti di Mesicek e 17 di Mitchell.

Anche Brescia ricorre al supplementare per siglare un successo importantissimo in chiave playoff contro Brindisi. Senza l’infortunato Banks, i pugliesi sono bravi a rimontare nel finale dell’ultimo quarto ma poi nell’overtime la Leonessa domina con un parziale di 20-3 e vince 97-80. Protagonista del match Hamilton che firma una doppia doppia da 21 punti e 13 rimbalzi. Per l’Happy Casa 16 punti a testa di Moraschini e Brown.

17 marzo 2019 (modifica il 17 marzo 2019 | 21:44)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *